Articoli a cura di Antonella Madia


Ricerca in corso...

Consulenza del lavoro
L’11 ottobre scorso il Parlamento ha approvato a maggioranza assoluta la nota di aggiornamento al DEF (NADEF), contenente tutte quelle misure che il Governo intende introdurre con la prossima Manovra Finanziaria. Il documento, in linea con il contratto di Governo, contiene numerose misure in tema di lavoro e previdenza, con l’introduzione della “quota 100” e della c.d. “opzione donna”, ma anche in tema di welfare con l’avvio del reddito di cittadinanza e della pensione di cittadinanza. Ulteriori misure complementari riguardano il rafforzamento dei Centri per l’impiego per sostenere il ricambio generazionale che si creerà grazie all’anticipo pensionistico e la tutela dell’occupazione migliorando la convenienza del contratto di lavoro a tempo indeterminato con l’incentivazione e la tutela del lavoro femminile

Consulenza del lavoro
La NASpI è un utile strumento di welfare nel caso di perdita di lavoro. Ma cosa succede se il soggetto in questione svolge al contempo delle attività di lavoro occasionale? Quando è possibile continuare a fruirne ed entro quali limiti?

Consulenza del lavoro
Il Ministero del Lavoro ha chiarito quali sono i soggetti che si possono occupare in azienda della specifica formazione in materia di salute e sicurezza sui luoghi di lavoro, a seguito di richiesta di Interpello da parte del Consiglio Nazionale delle Ricerche

Consulenza del lavoro
Il MLPS, con una notizia pubblicata sul proprio portale telematico, ha ricordato che dal prossimo 30 novembre e fino al 10 dicembre 2018 sarà possibile inviare le domande di presentazione delle istanze di decontribuzione a valere sul fondo 2018 per contratti di solidarietà stipulati al 30 novembre 2018 – ovvero in corso nel secondo semestre 2017. Le domande possono essere presentate esclusivamente a mezzo PEC. Per i datori di lavoro iscritti all'INPGI, l'istanza va inoltrata anche all'indirizzo contributi@inpgi.legalmail.it. Alla luce dell’imminente scadenza, con il presente contributo si riepiloga dettagliatamente la disciplina di riferimento, nonché le modalità di presentazione dell’istanza

Consulenza del lavoro
L’INPS è intervenuto per chiarire le modalità di recupero dell’esonero contributivo, per l’anno 2017, delle imprese che al 30 novembre 2017 abbiano stipulato un contratto di solidarietà difensivo. Le aziende ammesse allo sgravio contributivo, pari al 35%, dovranno inserire nel flusso Uniemens, nell’elemento , il codice di nuova istituzione “L942”. Le operazioni di conguaglio devono essere effettuate entro il 16 dicembre 2018. Con il presente contributo, nel riepilogare la disciplina generale dei contratti di solidarietà difensivi, si individuano le istruzioni operative per fruire dell’esonero contributivo per il 2017

Consulenza del lavoro
La sentenza della Corte Costituzionale di prossima pubblicazione sembra rendere ancor più complesso il quadro delle norme in materia di tutela risarcitoria in occasione di licenziamenti in assenza delle specifiche condizioni per giustificato motivo oggettivo, soggettivo e giusta causa: come sappiamo infatti, l’ultima modifica in tema è stata apportata dal Decreto Dignità, che ha previsto un aumento del numero minimo e massimo di indennità per i lavoratori illegittimamente licenziati. Tale sentenza critica il meccanismo di computo rigido della stima delle mensilità in relazione agli anni di servizio, in tal modo lasciando alla valutazione del giudice sulla base di altri criteri la stima dell’indennità effettivamente spettante al lavoratore

Consulenza del lavoro
Il Decreto Dignità è intervenuto in maniera importante in merito all’istituto del contratto di somministrazione a tempo determinato. Le modifiche, in particolare, pongono nuovi limiti quantitativi in capo all’utilizzatore riscrivendo, tout court, la disposizione normativa di riferimento. In caso di assunzione a tempo determinato il rapporto di lavoro tra somministratore e lavoratore è soggetto alla nuova disciplina del contratto a termine. In seconda battuta, in sede di conversione in legge del Decreto Legge, il Legislatore ha innalzato il plafond dei lavoratori assumibili dal 20% al 30%. Vediamo quindi nel dettaglio tutte le novità in tema di somministrazione

Consulenza del lavoro
E' attivo sul portale telematico INAIL il servizio di “denuncia/comunicazione di infortunio telematica per il settore agricoltura”. Tuttavia, i datori di lavoro del settore agricolo dovranno utilizzare le nuove funzionalità telematiche soltanto a partire dal 9 ottobre 2018. A tal fine, l’INAIL ha realizzato un applicativo, denominato “Gestione DL agricolo”, contenente i dati anagrafici delle diverse tipologie di datori di lavoro del settore agricoltura ed è aggiornato con i dati forniti dall’INPS con cadenze periodiche. Vediamo quindi nel dettaglio quali sono le principali peculiarità con le quali i datori di lavoro agricoli, nonché gli intermediari, dovranno confrontarsi per la gestione degli infortuni dei lavoratori.

Consulenza del lavoro
In tema di responsabilità solidale in caso di appalti di opere e servizi tra committente e appaltatore con riferimento a trattamenti retributivi, TFR, contributi e premi assicurativi, in origine era prevista una deroga alla responsabilità solidale qualora la contrattazione collettiva avesse previsto specifiche procedure di controllo e verifica della regolarità degli appalti. Ebbene, dopo la soppressione della possibilità di deroga alla responsabilità solidale, alcuni dubbi sono rimasti irrisolti fino alla pubblicazione della risposta da parte del Ministero del Lavoro

Consulenza del lavoro
Il Decreto Dignità dedica particolare attenzione al fenomeno del precariato. In tale contesto si inseriscono le novità previste dal Legislatore in caso di licenziamenti giudicati ingiustificati (giustificato motivo oggettivo, giustificato motivo soggettivo o giusta causa), incrementando i limiti di mensilità delle indennità risarcitorie che l’azienda è tenuta a corrispondere al dipendente. Vediamo quindi nel dettaglio come variano i costi che le aziende devono sostenere in caso di licenziamenti ingiustificati – effettuati a decorrere dal 12 agosto 2018 – di dipendenti rientranti nel contratto a tutele crescenti

Consulenza del lavoro
Con un recente Decreto Legislativo sono state apportate integrazioni e modifiche apportate al D.Lgs. n. 196/2003 allo scopo di adeguarlo alle nuove disposizioni europee contenute nel Regolamento UE 2016/679. Sono stati introdotti accorgimenti in materia di trattamento dei dati personali anche con riferimento al rapporto di lavoro, i quali è necessario tenere in debito conto nello svolgimento delle attività riguardanti la gestione dei rapporti medesimi ed evitare conseguentemente di incorrere in sanzioni

Antiriciclaggio Consulenza del lavoro
L’Anpal ha divulgato ulteriori istruzioni per poter legittimamente fruire dell’Assegno di Ricollocazione in caso di CIGS da parte dei datori di lavoro. L’Agenzia ha chiarito i dubbi nel caso la scadenza per la presentazione delle domande cada in un giorno festivo. Alla luce del susseguirsi della prassi sul tema dell’AdR per eventi di CIGS, l’occasione è propizia per riepilogare brevemente la disciplina dell’istituto in trattazione e illustrarne le novità ulteriori

Antiriciclaggio Consulenza del lavoro
L’Ispettorato Nazionale del Lavoro è intervenuto nuovamente sull’obbligo imposto ai datori di lavoro/committenti a decorrere dal 1° luglio 2018: essi infatti non possono più retribuire i dipendenti/collaboratori in denaro contante. In particolare sono state fornite, in favore degli ispettori del lavoro, rilevanti precisazioni in ordine alle modalità di verifica dell’osservanza degli obblighi imposti dalla legge, nonché ulteriori indicazioni circa l’effettività dei pagamenti realizzati mediante gli strumenti tracciabili. Con il presente contributo si analizza dettagliatamente per quali elementi dello stipendio occorre osservare i predetti obblighi e come i funzionari dell’INL si dovranno relazionare con gli istituti bancari ai fini della verifica dell’obbligo di tracciabilità delle buste paga

Consulenza del lavoro
L’INPS ha fornito le istruzioni operative per l’utilizzo delle prestazioni occasionali da parte delle società sportive, con riferimento alle prestazioni rese dagli steward negli impianti sportivi. Tali figure professionali possono essere regolarmente impiegate nelle società sportive mediante l’utilizzo del “Libretto famiglia”, garantendo piena attuazione normativa rispetto a quanto stabilito dal Legislatore con la Legge di Bilancio 2018. Per potersi avvalere del nuovo strumento di pagamento, gli utilizzatori dovranno espletare alcuni adempimenti preliminari e confrontarsi con alcune novità che è bene riepilogare attentamente per evitare di cadere nella sanzione della trasformazione del rapporto di lavoro in uno di tipo subordinato a tempo pieno e indeterminato

Consulenza del lavoro
La legge di conversione del Decreto Dignità ha apportato significative novità per favorire e semplificare il ricorso al lavoro occasionale, mediante l’utilizzo del Contratto di prestazione occasionale (ex voucher), nel settore agricolo e in quello turistico-alberghiero. Le semplificazioni volute dal Legislatore si muovono dunque verso un alleggerimento dei vincoli normativi in quei settori in cui il ricorso alla prestazione occasionale è abbastanza frequente. Ciò consentirebbe agli utilizzatori di prescindere dal rispetto di determinate condizioni che diversamente produrrebbero la pesante sanzione della conversione del rapporto di lavoro in uno di tipo subordinato a tempo pieno e indeterminato. Pertanto, alla luce dell’entrata in vigore della citata legge a partire dal 12 agosto 2018, si individuano i nuovi termini di utilizzo delle prestazioni occasionali per gli imprenditori agricoli e per le strutture ricettive ed alberghiere che operano nel settore turistico

Consulenza del lavoro
Con la definitiva approvazione da parte del Parlamento del Decreto dignità, molti sono stati i correttivi e le integrazioni. In particolar modo, in materia di lavoro si possono notare diverse modifiche che andranno notevolmente a incidere non solo sull’occupazione ma anche sugli adempimenti amministrativi e sugli accorgimenti che aziende e operatori del settore dovranno mettere in atto al fine di rispettare le regole ora introdotte

Consulenza del lavoro
Uno strumento messo a disposizione delle micro, piccole e medie imprese, estremamente utile alla compilazione del Documento per la Valutazione dei Rischi. Il tool permetterà al datore di lavoro di valutare in completa autonomia il rischio aziendale nel caso di lavori e/o mansioni d’ufficio, e finanche di scaricare – al termine della procedura – il DVR già precompilato, che peraltro potrà comunque essere modificato o integrato

Consulenza del lavoro Previdenza
Pubblicato in Gazzetta Ufficiale il D.Lgs. n. 88/2018, con il quale l’Italia si è uniformata alla Direttiva comunitaria 2014/50/UE, la quale si è occupata di fornire maggiori garanzie a tutela di requisiti minimi per accrescere la mobilità dei lavoratori tra Stati membri dell’Unione Europea, migliorando al contempo l'acquisizione e la salvaguardia di diritti pensionistici complementari

Consulenza del lavoro
L’INPS dà ufficialmente il via alla richiesta di sgravi contributivi a favore di quelle aziende che hanno stipulato – o che stipulano entro il 31 agosto 2018 – un contratto collettivo aziendale recante misure specifiche per favorire i dipendenti nella conciliazione dei tempi di vita e di lavoro. La Circolare, oltre a specificare come richiedere il beneficio, segnala il cambiamento riguardante il possesso del DURC: infatti con l’avvento della Dichiarazione preventiva di agevolazione sarà possibile verificare in anticipo la permanenza della regolarità per tutto il periodo di godimento

Consulenza del lavoro
Con la definitiva approvazione della Legge di conversione del cd. “Decreto dignità” – D.L. n. 87/2018 – molti sono stati i correttivi e le integrazioni. In particolar modo, in materia di lavoro si possono notare diverse modifiche che andranno notevolmente a incidere non solo sull’occupazione ma anche sugli adempimenti amministrativi e sugli accorgimenti che aziende e operatori del settore dovranno mettere in atto al fine di rispettare le regole ora introdotte

Consulenza del lavoro
Le domande per fruire dei riposi giornalieri per allattamento e quelle per l’assegno di maternità dello Stato possono essere inoltrate solo in via telematica: le specifiche modalità e casistiche della domanda

Consulenza del lavoro
Pubblicata la Direttiva in materia di distacco all’interno dell’Unione Europea che garantisce tutele maggiori ai soggetti distaccati: tutto ciò si è reso necessario allo scopo di garantire normative cd. “anti-dumping”, in contrasto cioè con l’attività del “falso distacco” che consente di godere di regimi più vantaggiosi

Consulenza del lavoro
È stato finalmente pubblicato in Gazzetta ufficiale il Decreto 10 aprile 2018 del Ministero del Lavoro, il quale si è occupato di fornire una definizione di “offerta di lavoro congrua” in caso di soggetti in stato di disoccupazione. Considerati i meccanismi di condizionalità della percezione di indennità di disoccupazione e di altre indennità, è più che utile avere bene a mente quando un soggetto può legittimamente rifiutare un’offerta di lavoro e quando invece non può farlo, pena la decadenza dallo stato di disoccupazione e dalla percezione di indennità

Consulenza del lavoro
Il Decreto Dignità è ancora in attesa di essere convertito in Legge, entro i sessanta giorni previsti. Nonostante ciò, è enorme il polverone che si sta alzando intorno ad esso per la portata dei cambiamenti in materia di lavoro: infatti, oltre alle novità sul rapporto di lavoro a tempo determinato, altre novità meritano scuramente una certa attenzione; tra queste rientra anche l’aumento dell’indennità risarcitoria in caso di licenziamento illegittimo

Consulenza del lavoro
Quando è possibile fare controlli sui lavoratori allo scopo di “scoprire” se sono colpevoli di illeciti penalmente rilevanti? E quando il dovere alla tutela della salute e sicurezza sui luoghi di lavoro si scontra con il diritto del lavoratore a non essere controllato durante lo svolgimento della prestazione lavorativa? Le risposte a questi temi giungono da parte della giurisprudenza e delle linee guida fornite dall’Ispettorato del Lavoro, che fanno chiarezza su un tema tanto interessante quanto poco limpido, anche per gli operatori del settore

Consulenza del lavoro
Cosa succede quando nell'ambito di un appalto vengono riscontrate inadempienze di tipo retributivo e contributivo nei confronti dei lavoratori impiegati nell'esecuzione dello stesso? E soprattutto, cosa succede quando tale appalto non è genuino?

Consulenza del lavoro
Altre delucidazioni arrivano dall’INL con riferimento all’obbligo di utilizzare strumenti tracciabili per il pagamento delle retribuzioni a partire dal 1° luglio. Infatti, in considerazione della nuova normativa e dei dubbi conseguenti, l’Ispettorato ha fornito chiarimenti con riferimento all’irrogazione della sanzione in caso di riscontrata violazione (ossia se essa debba essere calcolata in relazione al numero di mesi di violazione ovvero al numero dei dipendenti interessati dalla medesima) e sull’effettuazione di pagamenti delle retribuzioni verso carte di credito prepagate (anche senza IBAN) dei dipendenti

Consulenza del lavoro Gestione e Valutazione del Personale Pubblica Amministrazione
L'approvazione del "Decreto dignità" ha introdotto molte norme che influiscono sui contratti di lavoro a tempo determinato: tali norme hanno scatenato un dibattito sulla stampa circa i nuovi vincoli contrattuali. In questo articolo proponiamo un riassunto ragionato delle nuove norme

Consulenza del lavoro Previdenza
Rimane tempo limitato per la presentazione della domanda per l'accesso all'APE sociale per l'anno 2018. Infatti, il secondo termine per l'invio delle domande di riconoscimento scade il 15 luglio 2018 per i soggetti che hanno maturato tutti i requisiti necessari per l'accesso

Consulenza del lavoro
È di qualche giorno fa l’Interpello del MLPS con il quale è stato chiarito quali siano le prescrizioni a cui devono attenersi i lavoratori autonomi non inquadrabili come datori di lavoro nell’ospitare un tirocinante ovvero un ragazzo che svolge l’alternanza scuola-lavoro: la controversia sorge perché non è chiaro se vadano seguite le prescrizioni del solo articolo 21 del TU in materia di salute e sicurezza sul lavoro oppure se sia invece necessario rispettare le disposizioni dell’intero TU

1 2 3 5
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it