Compensi agli atleti dilettanti: dal 2023 si cambia

di Danilo Sciuto

Pubblicato il 18 novembre 2022

Esaminiamo le novità in materia di lavoro sportivo dilettantistico apportate dal decreto di riforma dello sport dilettantistico: ecco il trattamento fiscale e previdenziale dei compensi erogati agli atleti dilettanti dal 2023.

L’articolo 36 del D. Lgs. n. 36/2021, come modificato dal D. Lgs. n. 163/2022, dispone che i compensi ai lavoratori impiegati nelle attività sportive (fra cui gli atleti dilettanti) non verranno più disciplinati, come fino al 31/12/2022, dall’articolo 67, comma 1, lettera m) del Tuir, ma da un regime specifico.

Compensi atleti dilettanti: le regole per il 2023

Compensi atleti dilettantiIn estrema sintesi, rispetto al passato, dal 2023:

  1. la quota di franchigia da tassazione passa da €. 10.000 ad €. 15.000;

  2. la fascia compresa tra 15.000 e 30.658 non sconterà più la tassazione secca, ma verrà assoggettata a ritenuta d’acconto del 23%, salvo conguaglio derivante dalla indicazione in dichiarazione dei redditi; in altre parole, l’eccedenza rispetto a 10.000 euro verrà tas