Detrazione IRPEF per l’acquisto di box auto pertinenziale

di Giovanni Mocci

Pubblicato il 7 aprile 2022

Box auto pertinenziale e detrazione IRPEF su acquisto con opzione per la cessione del credito o dello sconto in fattura: vi è incertezza interpretativa sulla decorrenza di tale opzione.

Come noto, in base alle previsioni dell’art. 16-bis, comma 1, lettera d), del DPR 917/86, spetta sino al 31/1/2024 [art.1, comma 37, lett. b), n. 1), della Legge 30.12.2021 n. 234] la detrazione IRPEF del 50% per l’acquisto di box pertinenziale ad un’abitazione, purché di nuova realizzazione e limitatamente ai costi sostenuti dall’impresa cedente per la costruzione dello stesso (nel limite massimo di 96mila euro), così come risultanti da apposita attestazione da questa rilasciata. Occorre poi l’inserimento del vincolo pertinenziale nel preliminare e nel rogito.

 

Detrazione Irpef per acquisto di Box auto pertinenziale: dal 2022 si può cedere….

detrazioni irpef acquisto box auto pertinenzialeLa Legge di Bilancio 2022 (Cfr. l'art. 1, comma 29, lett. c), L. 30.12.2021 n. 234 entrata in vigore il 1/1/2022) ha reso possibile monetizzare la detrazione sopra indicata tramite la cessione del credito o lo sconto in fattura, ma talune incertezze sono sorte in ordine alla decorrenza della fruibilità di tale opzione a seconda del periodo di sostenimento della spesa.

Sul punto è utile fare alcune considerazioni.

Innanzi tutto, occorre ricordare che la possibilità di optare per la cessione o per lo sconto in luogo delle detrazioni fiscali di cui al citato art. 16 bis del DPR 917/86 è stata introdotta dall’art. 121 del DL 19.5.2020 n. 34 (convertito dalla Legge 17 luglio 2020, n. 77).

 

Cosa dice la Legge di Bilancio per il 2022