Legge di Bilancio 2021: bonus per famiglie e privati

di Giovanna Greco

Pubblicato il 23 gennaio 2021



La Legge di Bilancio 2021 prevede diversi bonus a favore di famiglie e privati. Analizziamo le tipologie di bonus, individuandone i requisiti.

1) Bonus famiglie

Assegno unico universale

legge dibilancio 2021 bonus famiglieVengono stanziati 3 miliardi per il 2021 e piu di 5 miliardi a regime, per l'istituzione del Fondo per l’assegno unico universale per i figli destinato all'assegno per tutti i figli nati o adottati, fino a 21 anni di età, con importo differenziato sulla base dell'ISEE.

Le modalità specifiche saranno definite dalla specifica legge già in discussione alla Camera che dovrebbe essere approvata entro l'anno, la misura dovrebbe entrare in vigore dal 2022.

 

Assegno natalità 

In attesa della realizzazione dell'Assegno unico, l'assegno di natalità noto anche come bonus bebè, garantito in forma progressiva sulla base del reddito delle famiglie, sarà riconosciuto anche per ogni figlio nato o adottato dal 1° gennaio 2021 al 31 dicembre 2021.

 

Sostegno alle madri con figli disabili

Riconoscimento di un contributo mensile, fino ad un massimo di 500 euro netti, in favore delle madri disoccupate o monoreddito, che facciano parte di nuclei familiari monoparentali, con figli disabili a proprio carico.

Il requisito richiesto è una disabilità del figlio riconosciuta in misura non inferiore al 60 per cento.

 

Congedo paternità

Il congedo obbligatorio e retribuito per i neopapà diventa di 10 giorni, anziché 7 previsti ora.

Verrà anche riconosciuto in caso di morte prenatale del nascituro.

Resta anche un giorno ulteriore facoltativo, in alternativa a un giorno di congedo della madre. 

 

Fondo misure per maternità, perdita dei figli, violenza di genere

Si prevedono nello specifico: 

  • 50 mln di euro per il 2021, da destinare al sostegno delle misure organizzative delle imprese per favorire il rientro al lavoro delle madri lavoratrici dopo il parto; 
     
  • 500 mila euro per il 2021 destinati al finanziamento delle attività di associazioni che prestino assistenza psicologica, psicosociologica a favore dei genitori che hanno perso dei figli;
     
  •  2 mln di euro per ciascuno degli anni 2021, 2022 e 2023 per implementare all'interno degli istituti penitenziari trattamenti psicologici intensificati nei confronti degli autori di reati contro le donne e per la prevenzione della recidiva; 
     
  • Incremento del Fondo per i diritti e pari opportunità, per contenere gli effetti dell’emergenza COVID-19 sulle donne in condizione di maggiore vulnerabilità, o vittime di violenza in condizione di povertà.
 
Fondo contro le discriminazioni e la violenza di genere

Sono stati previsti 2.000.000 di euro annui per ciascuno degli anni 2021, 2022 e 2023 sono destinati alle associazioni del Terzo settore che rechino nello statuto finalità e obiettivi rivolti alla promozione della libertà femminile e di genere e alla prevenzione e al contrasto delle discriminazioni di genere.

 

2) Bonus e agevolazioni per i privati

Bonus idrico

L’art. 1, della Legge di Bilancio 2021, nei commi che vanno dal 61 al 65 introduce l’erogazione di un contributo pari ad euro 1.000 per chi sostituisce rubinetti e sanitari con nuovi apparecchi che limitano il flusso d’acqua.

Ovviamente la finalità del legislatore è quella di limitare il consumo di acqua.

Il comma 61 dispone, per l’anno 2021, lo stanziamento di euro 20 milioni nello stato di previsione del Ministero dell’Ambiente attraverso l’istituzione di un apposito fondo denominato Fondo per il risparmio delle risorse idriche.

Il successivo comma 62 prevede espressamente quanto segue:

“Alle persone fisiche residenti in Italia è riconosciuto, nel limite di spesa di cui al comma 61 e fino ad esaurimento delle risorse, un bonus idrico pari ad euro 1.000 per ciascun beneficiario da utilizzare, entro il 31dicembre 2021, per interventi di sostituzione di vasi sanitari in ceramica con nuovi apparecchi a scarico ridottoe di apparecchi di rubinetteria sanitaria, soffioni doccia e colonne doccia esistenti con nuovi apparecchia limitazione di flusso d’acqua, su edifici esistenti, parti di edifici esistenti o singole unità immobiliari”.

Il bonus idrico pari a 1000 euro spetta a tutte le persone fisiche residenti nel territorio nazionale a condizione che entro il 31 dicembre 2021 effettuino gli interventi di sostituzione previsti.

Il primo requisito è che si deve trattare di un soggetto residente in Italia.

Il bonus spetta per le seguenti spese:

  1. la fornitura e la posa in opera di vasi sanitari in ceramica con volume massimo di scarico uguale o inferiore a 6 litri e relativi sistemi di scarico, compresi le opere idrauliche e murarie collegate e lo smontaggio e la dismissione dei sistemi preesistenti;
     
  2. la fornitura e l’installazione di rubinetti e miscelatori per bagno e cucina, compresi i dispositivi per il controllo di flusso di acqua con portata uguale o inferiore a 6 litri al minuto, e di soffioni doccia e colonne doccia con valori di portata di acqua uguale o inferiore a 9 litri al minuto, compresi le eventuali opere idrauliche e murarie collegate e lo smontaggio e la dismissione dei sistemi preesistenti.

 

Bonus acqua potabile

Nella Legge di Bilancio 2021 è poi presente il bonus acqua potabile, introdotto al fine di limitare il consumo d’acqua e di ridurre l’utilizzo di contenitori di plastica.

Tale bonus consiste in un credito d’imposta pari al 50% delle spese sostenute per:

  • acquisto e l’installazione di sistemi di filtraggio, di mineralizzazione;
     
  • acquisto e installazione di sistemi di raffreddamento e addizione di anidride carbonica alimentare E 290;
     
  • miglioramento qualitativo delle acque destinate al consumo umano erogate da acquedotti.

Il credito d’imposta è riconosciuto per le spese sostenute dal 1° gennaio 2021 al 31 dicembre 2022. Possono usufruire del credito d’imposta le persone fisiche non esercenti attività d’impresa. Le spese devono essere sostenute dal 1° gennaio 2021 al 31dicembre 2022.

Il Credito d’imposta è pari al 50% delle spese sostenute fino al limite massimo di euro 1.000 per ogni immobile.

 

Bonus mobili 

E' stato riconfermato il bonus mobili e grandi elettrodomestici pari al 50% con innalzamento del tetto di spesa da 10 mila a 16 mila euro. La procedura è la stessa degli anni passati con indicazione in dichiarazione dei redditi (modello 730 o modello Redditi persone fisiche) ma si attende conferma dalla Agenzia delle entrate.

 
Superbonus risparmio energetico e bonus ristrutturazioni 

Per tali bonus sono previste le proroghe nel 2021 per:

  • detrazioni del 50% (in luogo del 36%) per le ristrutturazioni;
     
  • detrazione del 65% in luogo del 55% per il risparmio energetico;
     
  • “bonus facciate” (90%, senza alcun limite di spesa per i lavoro di recupero delle facciate di edifici esistenti);
     
  • bonus verde detrazione Irpef 36% delle spese sostenute, con un massimo di 5.000 euro per ogni unità immobiliare, per le opere di sistemazione a verde, coperture a verde e giardini pensili;
     
  • superbonus 110% proroga prevista di sei mesi fino al 30 giugno 2022, con possibilità di ultimare i lavori iniziati fino al 31dicembre 2022.

Al Superbonus 110% è dedicata un'intera sezione sul sito...Clicca qui per approfondire =>>

 

Bonus per occhiali o lenti contatto

E' previsto un contributo pari a 50 euro per l’acquisto di occhiali da vista o lenti a contatto correttive.

I beneficiari sono i componenti dei nuclei familiari con un Isee che non va oltre i 10mila euro annui.

 

Bonus smartphone e kit digitalizzazione 

Viene concesso alle famiglie a basso reddito di un dispositivo mobile in comodato gratuito dotato di connettività per un anno o di un bonus di valore equivalente da utilizzare per le stesse finalità.

I beneficiari sono le famiglie con i seguenti requisiti : almeno un componente iscritto ad un ciclo di istruzione scolastica o universitaria; reddito Isee non superiore a 20.000 euro annui; non essere titolari di un contratto di connessione internet e di un contratto di telefonia mobile; dotarsi del sistema pubblico di identità digitale (Spid).

 

Affitto Studenti fuorisede 

Viene previsto un fondo da 15 milioni per sostenere economicamente le spese per affitti residenziali degli studenti fuori sede con Isee inferiore a 20mila euro.

 

Reddito di cittadinanza

Viene confermato e incrementato per gli anni dal 2021 al 2029 il finanziamento del “Reddito di cittadinanza”.

 

Card cultura per i diciottenni (cd. 18app)

Sarà rifinanziato il bonus di 500 euro per l'acquisto di prodotti culturali, ampliato nel 2021 anche all’acquisto di abbonamenti a periodici.

L'importo è escluso dal reddito e dal conteggio ISEE. 

I soggetti beneficiari della carta sono residenti nel territorio nazionale, in possesso ove previsto di permesso di soggiorno in corso di validità, che compiono 18 anni d'età nel 2020 e 2021. 

 

Bonus per acquisto abbonamenti quotidiani 

Il bonus per un importo massimo di 100 euro per acquistare abbonamenti a quotidiani, riviste o periodici anche in formato digitale.

I beneficiari sono i nuclei familiari con Isee inferiore a 20mila euro che abbiano ottenuto il voucher per l’acquisizione dei servizi di connessione a internet in banda larga.

Si può fare richiesta presso a qualunque canale di vendita registrato con copia del proprio documento di identità e autocertificazione sul valore dell'Isee relativo al nucleo familiare.

 

Bonus auto elettriche 

E’ previsto un contributo pari al 40% delle spese sostenute dall'acquirente, che acquistino, anche in locazione finanziaria, autoveicoli (categoria M1) nuovi di fabbrica alimentati esclusivamente a energia elettrica di potenza inferiore a 150 kW con un prezzo di listino inferiore a 30.000 euro (al netto dell'Iva).

Il termine per l'acquisto del veicolo è fissato al 31 dicembre 2021.

I beneficiari sono privati con Isee inferiore a 30 mila euro.

 

A cura di Giovanna Greco

Sabato 23 gennaio 2021