Misure di prevenzione Covid-19 negli studi professionali

Le misure di prevenzione all’interno degli uffici: igiene mani, pulizia ambienti, ricambio dell’aria, dispositivi di protezione individuale (DPI), modalità di accesso chiare.

misure di prevenzioneIncontri con clienti

E’ consigliabile fissare appuntamenti, prettamente individuali, con i propri clienti, solo se indispensabili e ove non siano sostituibili con altri sistemi di comunicazione a distanza.

 

Misure di prevenzione

Le misure di prevenzione all’interno degli studi professionali ricadono nei seguenti ambiti:

  • Igiene mani;
  • Pulizia ambienti;
  • Ricambio dell’aria;
  • Dispositivi di protezione individuale (DPI);
  • Modalità di accesso chiare.

[Sull’argomento vedi anche: Le misure da adottare negli ambienti di lavoro per la fase 2 Covid-19 ]

 

Modalità di accesso chiare

All’ingresso dello studio è necessario affiggere delle istruzioni chiare che permettano all’utente di conoscere il modo di fruizione dell’ambiente e le misure di prevenzione adottate.

 

Igiene Mani

Ogni utente afferente allo studio sarà invitato in ingresso ed in uscita a servirsi di un dispenser (ad es., con soluzione idroalcolica frizionando il prodotto per 20 secondi o a lavarsi le mani utilizzando una soluzione di acqua e sapone per 40-60 secondi).

 

Pulizia ambienti e disinfezione strumenti

È necessario applicare le indicazioni per la sanificazione e la disinfezione degli ambienti previsti dal Ministero della Salute e dall’Organizzazione Mondiale della Sanità.

Sono indispensabili accurate e frequenti pulizie delle superfici, con particolare attenzione alle superfici con cui si viene più frequentemente in contatto, con acqua e detergente seguite dall’applicazione di disinfettanti.

È buona norma limitare l’accesso e la frequenza allo studio in modo tale da evitare la presenza di due o più utenti (o nuclei familiari) contemporaneamente in sala d’aspetto.

 

Ricambio dell’aria

Tra le principali misure di prevenzione è bene attendere del tempo tra un utente e l’altro in modo che sia possibile effettuare un’adeguata aerazione della/e stanza/e di ricevimento.

Negli edifici dotati di impianti di riscaldamento/raffrescamento, tenere spenti gli impianti per evitare il possibile ricircolo.

Se non è possibile tenere fermi gli impianti, pulire settimanalmente in base alle indicazioni fornite dal produttore, ad impianto fermo, i filtri dell’aria di ricircolo per mantenere bassi i livelli di filtrazione/rimozione adeguati. In questi ambienti sarebbe necessario aprire regolarmente le finestre e balconi per aumentare il ricambio e la diluizione degli inquinanti accumulati nell’aria ricircolata dall’impianto.

 

Dispositivi di Protezione Individuale (DPI)

Gli utenti che mostrino sintomi influenzali o para-influenzali vanno avvertiti di restare in casa e che si possa fissare un appuntamento una volta che siano trascorsi quindici giorni dalla fine della sintomatologia.

Occorre tenere la distanza interpersonale all’interno dello studio di almeno 2 metri.

Seguendo queste norme i DPI possono limitarsi a mascherine chirurgiche.

 

A cura di Vincenzo D’Andò

Martedì 5 maggio 2020

 

Queste informazioni sono tratte dal Diario Quotidiano di CommercialistaTelematico

 

Protocolli e fac-simili per riapertura attività
& contenimento Covid-19 sui luoghi di lavoro

Da maggio 2020 riaprono le attività produttive e commerciali (pur se in tempistiche diverse) e le attività professionali.

Per agevolare professionisti, commercianti e imprese nella fase di riapertura, e sulla base delle disposizioni dettate dai DPCM, abbiamo realizzato un pacchetto di documenti utili, già pronti all’uso, per gestire correttamente la riapertura dei luoghi di lavoro ed relativo il contenimento dell’infezione da Covid-19.

APPROFONDISCI >>

Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it