Omessa trasmissione elenchi Intrastat e ravvedimento

Quali sono le sanzioni che gravano su omessi o tardivi elenchi Intrastat?
In questo pratico articolo analizziamo l’importo delle sanzioni dovute e le ipotesi di riduzione tramite il ravvedimento operoso

Omessa trasmissione elenchi Intrastat e ravvedimentoOmessa trasmissione elenchi Intrastat: generalità

L’omessa trasmissione degli elenchi Intrastat, ai sensi dell’art. 11, comma 4, del D.Lgs. 471/1997, viene punita con una sanzione amministrativa da € 500,00 a € 1.000,00 per ciascuno di essi, tenendo in considerazione che l’Agenzia delle entrate, nella risoluzione 16 febbraio 2005, n. 20/E, ha, in maniera implicita, puntualizzato che la medesima sanzione si rende irrogabile anche per gli invii tardivi.

Tale sanzione si rende dovuta in misura ridotta alla metà (da € 250,00 a € 500,00) se il soggetto interessato procede alla trasmissione del modello nei 30 giorni successivi alla richiesta inviata dagli uffici abilitati a ricevere l’elenco o incaricati del controllo, tenendo presente che, come specificato al paragrafo 4.5.2 della circolare 25 gennaio 1999, n. 23, la predetta richiesta può anche pervenire dopo la scadenza dei termini per il ravvedimento operoso.

 

Il parere della Cassazione

In merito, si segnala che la Corte di Cassazione, con l’ordinanza 27 dicembre 2019, n. 34512, ha, tra l’altro, puntualizzato che nelle operazioni intracomunitarie l’omessa o l’irregolare trasmissione degli elenchi Intrastat da parte del soggetto passivo Iva integra una violazione sostanziale sanzionabile, in quanto potrebbe creare un pregiudizio per l’esercizio dell’azione di controllo e riconnettersi a un’evasione d’imposta sugli acquisti intracomunitari.

Ai fini procedurali, infatti, la violazione ha carattere meramente formale quando ricorrono due concorrenti requisiti, ovvero quello di non arrecare pregiudizio all’esercizio delle azioni di controllo e, al contempo, di non incidere sulla determinazione della base imponibile dell’imposta e sul versamento del tributo.

Sussiste la possibilità sia per l’omessa, sia per la tardiva trasmissione del modello INTRASTAT di procedere a regolarizzare la situazione tramite ravvedimento operoso a norma dell’art. 13. Comma 1. Del D.Lgs. 472/1997, mediante:

  • presentazione del modello INTRASTAT in precedenza omesso;
     
  • corrispondere le sanzioni amministrative ridotte (come da prospetto he segue);

entro i termini relativi alla scadenza di presentazione della dichiarazione o delle dichiarazioni inerenti al periodo d’imposta in cui la violazione risulta di fatto commessa o ai periodi successivi, tenendo in considerazione che il termine iniziale per il computo della cosiddetta riduzione da ravvedimento operoso corrisponde con quello entro il quale bisognava trasmettere l’elenco INTRASTAT (in concreto e in relazione al disposto di cui all’art. 3 del D.M. 22 febbraio 2010, dal giorno dopo del 25 del mese o trimestre successivo al periodo di riferimento.

 

Riferimento ravvedimento

Operatività

Riduzione della sanzione

Entità della sanzione dovuta

Lett. a-bis)

Entro 90 giorni dalla violazione

1/9

del minimo

€ 55,56

(€ 500 : 9)

Lett. b)

Dal 91° giorno al termine di presentazione della dichiarazione relativa all’anno in cui è stata commessa la violazione

1/8

del minimo

€ 62,50

(€ 500 : 8)

Lett. b-bis)

Entro il termine di presentazione della dichiarazione relativa all’anno successivo a quello in cui è stata commessa la violazione

1/7

del minimo

€ 71,43

(€ 500 : 7)

Lett. b-ter)

Oltre il termine di presentazione della dichiarazione relativa all’anno successivo a quello in cui è stata commessa la violazione

1/6

del minimo

€ 83,34

(€ 500 : 6)

 

Attenzione: se non è stata effettuata alcuna operazione, nel mese o trimestre di riferimento, non sussiste alcun obbligo di trasmissione del Modello Intra.

 

Elenchi Intrastat: periodicità

Per quanto attiene alla periodicità si precisa che ciascun elenco riepilogativo deve risultare presentato con riferimento a:

  • periodi trimestrali, dai contribuenti che hanno effettuato operazioni, nei quattro…
Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it

Emergenza COVID-19

Gentile Lettore,
Commercialista Telematico ha deciso di mantenere attivi tutti i suoi servizi per informare e supportare tanti professionisti e imprese in questo difficile momento e ugualmente è impegnato nell’attuare le misure di contrasto alla diffusione del coronavirus a protezione dei propri dipendenti e collaboratori. Pertanto, qualora ne avessi necessità, ti invitiamo a utilizzare la comunicazione via e-mail anziché quella telefonica.
Ti risponderemo ai seguenti indirizzi: info@commercialistatelematico.com o ecommerce@commercialistatelematico.com

#IORESTOACASA