Fatturazione differita nel commercio al dettaglio - Risposta al volo

Un affezionato utente di CommercialistaTelematico trae spunto dall’articolo pubblicato lo scorso 4 febbraio 2020, dal titolo “Cliente esce da negozio o ufficio senza documento fiscale. Va bene se entro 12 giorni viene emessa fattura?”, per chiederci se è possibile disporre di ulteriore tempo per fatturare.

Fatturazione differita nel commercio al dettaglio - Risposta al volo

 

Nel caso descritto dall’articolo citato in tema di fatturazione differita nel commercio al dettaglio, no.

Esso fa infatti riferimento alla fattispecie in cui il cliente esca dal negozio senza alcun documento.

Tutt’altro discorso si potrebbe fare qualora il negoziante consegnasse al cliente un documento (ovviamente cartaceo) dal quale risultino i soggetti dell’operazione e una, ancorchè succinta, descrizione dell’operazione stessa.

In tal caso, infatti, potrebbe certamente fruire del termine previsto per la fatturazione differita, ossia il 15 del mese successivo alla consegna dei beni.

 

Per consultare l’altro articolo citato CLICCA QUI

 

A cura di Danilo Sciuto

Sabato 8 febbraio 2020

Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it