Quali sanzioni per la fattura immediata emessa oltre i 12 giorni? - Risposta al volo

Quale sanzione si deve applicare alla fattura elettronica “immediata” emessa dopo i 12 giorni previsti dalla norma? Una breve, ma chiara, risposta al volo.

Fattura dopo i 12 giorni - Risposta al volo

 

 

Ho il caso di una fattura che andava emessa agli inizi del mese, e non è stato fatto. Sono passati i 12 giorni previsti dalla norma; la fattura verrà emessa entro la fine di questo stesso mese. Chiedo se la sanzione da pagare per il ravvedimento sia 1/9 dell’imposta se la regolarizzazione avviene entro i 90 gg. Grazie

 

 

La fattura emessa oltre i 12 giorni indice sulla liquidazione dell’IVA?

 

La domanda è molto frequente, soprattutto in questo periodo, a causa probabilmente di una visione errata della norma sanzionatoria, ossia dell’articolo 6 del D.Lgs. n. 471/97.

In particolare, occorre distinguere due casi:

  1. Quello in cui la tardiva emissione abbia inciso sulla corretta liquidazione del tributo;
     
  2. Quello in cui invece la tardiva emissione non abbia inciso sulla liquidazione.

 

La sanzione parametrata all’imposta (e non all’importo fisso di 250 euro), che viene citata nella domanda, fa riferimento al caso in cui la regolarizzazione avvenga dopo la liquidazione del tributo.

E’ il caso, ad esempio, in cui una fattura (imponibile) che andava emessa il 07/06 venga emessa il 20 novembre, ossia dopo il termine per la liquidazione.

 

Nel caso in oggetto, la regolarizzazione avviene entro la liquidazione

Nel caso segnalato, invece, la tardività viene regolarizzata prima della liquidazione del tributo, sicché la sanzione edittale applicabile è quella di 250 euro, di cui all’ultimo periodo del comma 1 della norma citata.

 

Al riguardo, si segnala tuttavia che taluna dottrina (che ci sentiamo di condividere) ha ipotizzato che, nel caso di emissione della fattura stessa entro i termini per la liquidazione del tributo, nessuna sanzione sarebbe effettivamente comminabile.

La sanzione di 250 euro verrebbe dunque ad essere applicabile nel solo caso in cui la violazione, non influente nella liquidazione, non venga sanata (dalla emissione).

In altre parole, secondo questo filone dottrinario, se, per una operazione effettuata in data 01/11 la fattura viene emessa dopo i 12 giorni, ma entro il termine per la liquidazione dell’Iva del mese/trimestre, nessuna sanzione è applicabile.

 

La tesi della applicabilità della sanzione di 250 euro anche in questo caso, è ovviamente la più prudenziale, anche se, si ripete, non condivisibile.

 

Ovviamente, tutto quanto sopra detto si riferisce, come da titolo della risposta al volo, alla ipotesi di fattura immediata, e non differita, per la quale il termine è come noto più ampio.

 

A cura di Danilo Sciuto

Martedì 3 Dicembre 2019

 

 

Risposte al volo di Commercialista Telematico

Le “risposte al volo” del Commercialista Telematico nascono dal nostro forum e dal nostro gruppo Facebook “Commercialista Telematico: la Comunità”: sono risposte veloci e pratiche ai dubbi dei nostri lettori.

Chiedi una risposta al tuo quesito

Se qualcosa continua a non essere chiaro, su questo ed altri argomenti, il team di Commercialista Telematico è a Tua disposizione: per la risposta ai tuoi quesiti contatta i nostri esperti e chiedi un preventivo cliccando qui >

Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it