Rilevanza del modulo andamentale nella riforma del Fondo Centrale di Garanzia

Il Ministero dello Sviluppo Economico ha approvato le condizioni di ammissibilità e le disposizioni di carattere generale del Fondo Centrale di Garanzia per le PMI e l’articolazione delle misure di garanzia. Il Fondo centrale di garanzia è uno strumento centrale per il credito alle PMI

 

 

 

 

Con decreto del 12 febbraio 2019 il Ministero dello Sviluppo Economico ha approvato le condizioni di ammissibilità e le disposizioni di carattere generale del Fondo Centrale di Garanzia per le PMI e l’articolazione delle misure di garanzia a decorrere dal 15 marzo 2019.

Come è noto il nuovo calcolo del rating si basa su tre moduli di valutazione per tipologia di settore e del soggetto beneficiario finale.

  1. parametro economico-finanziario
  2. parametro andamentale
  3. presenza di atti o eventi pregiudizievoli a carico di uno dei soggetti che sta richiedendo il finanziamento.

I risultati dei primi due moduli vengono combinati tra loro attraverso due specifiche matrici d’integrazione, la prima riguarda le società di capitali, la seconda riguarda le società di persone e le ditte individuali. Nella matrice si individua la classe di rating a cui corrisponde la fascia di valutazione con la conseguenziale probabilità di inadempimento.

Classe di rating

Fascia di valutazione

Probabilità di inadempimento

1

1

0.12%

2

2

0.33%

3

0.67%

4

1.02%

5

3

1.61%

6

2.87%

7

3.62%

8

4

5.18%

9

8.45%

10

9.43%

11

5

16.30%

12

22.98%

Tale valutazione subisce un eventuale declassamento in presenza di eventi pregiudizievoli a carico del soggetto beneficiario finale stesso e, nel caso di società di persone, a carico dei soci con cariche rilevanti.

Il prospetto del modulo economico-finanziario riepiloga innanzitutto i dati patrimoniali ed economici sui quali si basa la valutazione. Quindi vengono calcolate le variabili del modello, a partire dalle quali verrà determinato lo score finale del modulo e quindi la classe di valutazione economico-finanziaria.  Il risultato finale è una valutazione dell’impresa che inizia da 1 (valutazione ottima) e finisce a 11 (valutazione pessima).

Nel modulo andamentale le informazioni da inserire riguardano l’accordato e l’utilizzato per cassa, l’accordato e l’utilizzato di operazioni a scadenza, relativamente agli ultimi sei mesi precedenti la data di riferimento per la valutazione. Come per il precedente modulo il risultato finale è una valutazione che inizia da 1 (valutazione ottima) e finisce a 11 (valutazione pessima).

Nell’esperienza di analisi del nuovo rating ho avuto modo di constatare che, in presenza di risultati mediamente positivi dal punto di vista economico finanziario, ed in presenza di risultati non positivi dal punto di vista andamentale, quest’ultimo modulo influisce in modo determinante nell’attribuzione della fascia di valutazione e nel conseguente rating.

Premesso che nel modulo di compilazione della Centrale dei Rischi devono essere elaborati i seguenti valori:

Totale per cassa Accordato

Il totale del credito per cassa (con esclusione dei crediti di firma) che il sistema bancario ha deciso di concedere all’impresa, risultante ad una determinata rilevazione mensile (dato di sistema). Il dato richiesto è quello dell’accordato totale, incluso l’accordato operativo

Totale per cassa Utilizzato

Il totale del credito per cassa (con esclusione dei crediti di firma) che il sistema bancario ha erogato all’impresa, risultante ad una determinata rilevazione mensile (dato di sistema)

Rischi a scadenza Accordato

Il totale delle operazioni di finanziamento con scadenza fissata contrattualmente e prive di una fonte di rimborso predeterminata che il sistema bancario ha deciso di concedere all’impresa, risultante ad una determinata rilevazione mensile (dato di sistema). Il dato richiesto è quello dell’accordato totale, incluso l’accordato operativo

Rischi a scadenza Utilizzato

Il totale delle operazioni di finanziamento con scadenza fissata contrattualmente e prive di una fonte di rimborso predeterminata che il sistema bancario ha erogato all’impresa, risultante ad una determinata rilevazione mensile (dato di sistema)

Tali valori determinano un variabile che è il risultato del rapporto tra utilizzato/accordato. Il giudizio è rappresentato dalla scala di A=ALTO; MA=MEDIO ALTO; M=MEDIO; MB=MEDIO BASSO; B=BASSO. Successivamente il valore grezzo, dopo il calcolo degli algoritmi, determina il valore della variabile del modulo andamentale. Viene riportato un esempio di calcolo della variabile andamentale in presenza di società di capitali.

Variabile utilizzato/accordato

Variabile utilizzato/accordato

Variabile utilizzato/accordato

Variabile utilizzato/ accordato

Variabile utilizzato/accordato

            30

            50

            80

          105

          120

          100

          100

          100

          100

          100

       0,300

       0,500

       0,800

       1,050

       1,200

MA

M

MB

MB

B

Variabile modulo

Variabile modulo

Variabile modulo

Variabile modulo

Variabile modulo

4

6

9

10

11

Nell’esempio sopra citato, mettendo in confronto i dati del modulo economico finanziario (pari a 6 un valore medio) di una società di capitali nel settore industria e quelli del modulo andamentale, la matrice determina il valore del rating.

modulo economico finanziario

modulo andamentale

modulo andamentale

modulo andamentale

modulo andamentale

modulo andamentale

6

4

6

9

10

11

 

classe di rating

classe di rating

classe di rating

classe di rating

classe di rating

 

4

6

8

9

11

 

fascia valutazione

fascia valutazione

fascia valutazione

fascia valutazione

fascia valutazione

 

2

3

4

4

5

 

probabilità di inadempimento

probabilità di inadempimento

probabilità di inadempimento

probabilità di inadempimento

probabilità di inadempimento

 

1,02

2,87

5,18

8,45

16,30

 

ammissibile

ammissibile

ammissibile

ammissibile

non ammissibile

 

Soggetto caratterizzato da un’adeguata capacità di far fronte agli impegni finanziari.

Soggetto caratterizzato da tratti di vulnerabilità.

Soggetto caratterizzato da elementi di fragilità.

Soggetto caratterizzato da elementi di fragilità.

Soggetto caratterizzato da problemi estremamente gravi, che pregiudicano la capacità di adempiere alle obbligazioni assunte, ovvero già in stato di default.

 

Il rischio di credito è contenuto.

Il rischio di credito è accettabile.

Il rischio di credito è significativo.

Il rischio di credito è significativo.

Il rischio di credito è elevato.

Come si può notare il valore del modulo andamentale incide tantissimo nella formulazione del rating e la conseguenziale ammissibilità alla garanzia pubblica Diventa pertanto strategico per l’azienda migliorare le variabili che incidono sui risultati di quest’ultimo.

È importante monitorare costantemente i fidi, tenendo in particolar conto le variabili valutate negativamente per il modulo andamentale, ad esempio, mai utilizzare i fidi “al limite” per un periodo di tempo troppo lungo; infatti è sempre bene non utilizzarlo per intero in maniera prolungata nel tempo, in quanto ciò può indurre negativamente nella valutazione dello stesso.

Antonio Cusimano

2 aprile 2019

Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it