Regime forfetario: la compatibilità con i regimi speciali IVA

L’Agenzia delle entrate ha fornito numerosi chiarimenti riguardanti il regime forfetario: iò all’indomani delle modifiche introdotte dalla legge di Bilancio 2019. Alcuni chiarimenti hanno interessato la compatibilità del predetto regime con l’esercizio dell’attività agricola da parte del medesimo contribuente.

Regime forfettario per lavoratori autonomiL’Agenzia delle entrate ha fornito con la Circ. n. 9/E del 2019 numerosi chiarimenti riguardanti il regime forfetario di cui alla legge n. 190/2014. Ciò all’indomani delle modifiche introdotte dalla legge di Bilancio 2019. Alcuni chiarimenti hanno interessato la compatibilità del predetto regime con l’esercizio dell’attività agricola da parte del medesimo contribuente.

I regimi speciali Iva: l’incompatibilità

L’art. 1, comma 57, lett. a) dispone che non possono avvalersi del regime forfetario le persone fisiche che si avvalgono di regimi speciali Iva o di regimi forfetari di determinazione del reddito. A tal proposito, il documento di prassi in rassegna, richiamando i contenuti della circolare n. 10/E del 2016 (paragrafo 2.3) precisa che non sono compatibili con il regime in esame i regimi speciali Iva riguardanti l’agricoltura e le attività connesse e la pesca di cui agli articoli 34 e 34 – bis del D.P.R. n. 633/1972.

Successivamente l’Agenzia delle entrate ha ancora precisato che “L’esercizio di un’attività esclusa dal regime forfetario, in quanto soggetta a un regime speciale Iva o espressiva, ai fini dell’imposta sul reddito delle persone fisiche, di un reddito d’impresa o di lavoro autonomo determinato con modalità forfetarie, preclude l’applicazione della disciplina qui in esame per tutte le altre attività anche se non soggette a un regime speciale.

In buona sostanza l’attività soggetta al regime speciale Iva “travolge” tutte le altre fino ad impedire al contribuente l’ingresso nel regime forfetario. Ad esempio, un professionista, che per pura passione esercita marginalmente anche un’attività agricola soggetta al regime speciale Iva, non dovrebbe poter fruire del regime forfetario neppure per l’attività professionale svolta.

La soluzione dell’Agenzia delle entrate

L’Agenzia delle entrate individua però una soluzione e afferma la compatibilità del regime forfetario con le eventuali ed ulteriori attività esercitate (soggette anche al regime speciale Iva), qualora il reddito prodotto non abbia natura di reddito di impresa.

A tal proposito il documento di prassi in rassegna precisa che “i produttori agricoli, che rispettano i limiti previsti dall’articolo 32 del TUIR, sono titolari di reddito fondiario e, pertanto, non esercitando l’attività d’impresa, possono applicare il regime forfetario per le altre attività che intendono svolgere”.

Tornando all’esempio precedente, il professionista che esercita marginalmente l’attività agricola non supererà, probabilmente, i limiti previsti dall’art. 32 del TUIR. Conseguentemente, non essendo titolare di reddito d’impresa, il lavoratore autonomo potrà fruire del regime forfetario in rassegna.

Un’ulteriore soluzione consiste nell’esercitare l’opzione, ove consentito, per l’applicazione dell’Iva secondo la disciplina ordinaria. Tale possibilità sussiste a condizione che il contribuente opti per l’applicazione dell’Iva nei modi ordinari, nel periodo di imposta precedente a quello in cui intende applicare il regime forfetario.

L’Agenzia delle entrate propone l’esempio dell’attività di agriturismo disciplinata dall’articolo 5, comma 2, della legge n. 413 del 1991. In questo caso il contribuente può applicare il regime forfetario a condizione che opti per l’applicazione dell’Iva nei modi ordinari. Lo stesso dicasi per l’imprenditore che applica il regime del margine con il metodo analitico o forfetario ai sensi dell’art. 36, comma 3, del D.L. n. 41 del 1995. Se il soggetto passivo opta per l’applicazione dell’Iva nei modi ordinari con riferimento all’intera attività e non alle singole operazioni, è possibile applicare il regime forfetario in rassegna.

 

a cura di Nicola Forte

24 Aprile 2019

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it