Formazione del personale: la misura del beneficio, spese e attività ammissibili, compensazione in F24, certificazione

Spese per la formazione del personale: compensabile in F24 il credito d’impostaVia libera alla compensazione del credito d’imposta per coloro che hanno investito in trasformazione tecnologica e digitale delle imprese. Con risoluzione n. 6/E/2019 del 17.01.2019 l’Agenzia delle entrate ha istituito il codice tributo per la compensazione, nel modello F24, del credito formazione 4.0, beneficio accordato alle imprese che abbiano effettuato nei due periodi d’imposta successivi al 31.12.2017 spese in attività di formazione del personale dipendente nel settore delle tecnologie previste dal “Piano Nazionale Impresa 4.0”.

AMBITO NORMATIVO ED INTERPRETATIVO

L’art. 1, commi da 46 a 56, della legge 27.12.2017, n. 205 e l’art. 1, commi da 78 a 81, della legge 30.12.2018, n. 145, recano la disciplina del credito d’imposta in favore delle imprese che effettuano spese in attività di formazione del personale dipendente nel settore delle tecnologie previste dal Piano Nazionale Industria 4.0, nei limiti, termini e condizioni indicati nelle citate disposizioni.

Con il decreto 4.05.2018, emanato dal Ministro dello Sviluppo economico, di concerto con il Ministro dell’Economia e delle Finanze e del Ministro del Lavoro e delle Politiche sociali, sono state dettate le disposizioni applicative della misura agevolativa.

Si tratta i di un credito d’imposta configurabile come un regime di aiuti alla formazione e inquadrabile tra le agevolazioni del “Piano Nazionale Impresa 4.0”, il cui obiettivo principale consiste nell’accrescere le competenze del personale dipendente coinvolto nei processi di creazione del valore.

La circolare 3.12.2018, n. 412088, elaborata d’intesa dal il Ministero del Lavoro e dal Ministero delle Politiche sociali, ha fornito alcuni chiarimenti sulle principali questioni di diretta competenza; il documento, tuttavia, rinvia a una successiva circolare dell’Agenzia delle Entrate per gli ulteriori approfondimenti concernenti sia i profili generali e sia i profili fiscali della disciplina agevolativa.

SOGGETTI BENEFICIARI ED ESCLUSIONI

Possono accedere al credito d’imposta tutte le imprese residenti nel territorio dello Stato, ivi incluse le stabili organizzazioni di soggetti non residenti, indipendentemente dall’attività economica esercitata, comprese la pesca, l’acquacoltura e la produzione primaria di prodotti agricoli, dalla natura giuridica, dalle dimensioni, dal regime contabile e dalle modalità di determinazione del reddito ai fini fiscali.

Gli enti non commerciali che esercitano attività commerciali possono accedere al credito d’imposta in relazione al personale dipendente impiegato anche non esclusivamente in tali attività.

Il credito d’imposta non si applica alle “imprese in difficoltà”, così come definite dall’articolo 2, punto 18), del Regolamento (UE) n. 651/2014.

ATTIVITÀ AMMISSIBILI

Sono riconosciute al fine dell’ottenimento del credito d’imposta le attività di formazione finalizzate all’acquisizione o al consolidamento, da parte del personale dipendente dell’impresa, delle competenze nelle tecnologie rilevanti per la realizzazione del processo di trasformazione tecnologica e digitale delle imprese previsto dal “Piano nazionale Impresa 4.0”.

Costituiscono, in particolare, attività ammissibili al credito d’imposta le attività di formazione concernenti le seguenti tecnologie

  1. big data e analisi dei dati;
  2. cloud e fog computing;
  3. cyber security;
  4. simulazione e sistemi cyber-fisici;
  5. prototipazione rapida;
  6. sistemi di visualizzazione, realtà virtuale (RV) e realtà aumentata (RA);
  7. robotica avanzata e collaborativa;
  8. interfaccia uomo macchina;
  9. manifattura additiva (o stampa tridimensionale);
  10. internet delle cose e delle macchine;
  11. integrazione digitale dei processi aziendali.

Non assumono rilievo ai fini del calcolo del beneficio le altre voci di costo indicate dal citato articolo 31 del regolamento (UE) n. 651/2014, quali, a titolo esemplificativo: quelle relative ai docenti esterni all’impresa,…

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it