Bonus pubblicità: modello e disposizioni attuative. Come ottenere il credito d'imposta fino al 90% della spesa

La disciplina attuativa del credito di imposta relativo agli investimenti pubblicitari incrementali è stata dettata dal D.P.C.M. 16 maggio 2018 n. 90 pubblicato sulla G.U.n. 170 del 24.07.2018.

Successivamente il capo dipartimento per l’Informazione e l’editoria della presidenza del Consiglio dei ministri con provvedimento datato 31 luglio 2018, ha approvato il modello (con le relative istruzioni) di comunicazione telematica necessaria per l’accesso all’incentivo fiscale in questione.

Credito imposta

Il D.L. 50/2017 con l’art. 57 – bis ha previsto l’attribuzione di un credito di imposta in favore di imprese e lavoratori autonomi che effettuano investimenti in campagne pubblicitarie sulla stampa quotidiana e periodica.

Il credito di imposta è riconosciuto a favore di imprese e lavoratori autonomi che effettuano tali investimenti sulla stampa quotidiana e periodica, anche on-line, e sulle emittenti televisive e radiofoniche locali, il cui valore superi almeno dell’1% quelli, di analoga natura, effettuati nell’anno precedente.

SOGGETTI BENEFICIARI

TIPOLOGIA DI INVESTIMENTO

  • imprese
  • lavoratori autonomi

Nota: a prescindere dalla forma giuridica e dall’iscrizione ad un Albo professionale

Spese in campagne pubblicitarie effettuate tramite:

  • stampa periodica / quotidiana anche on line;
  • emittenti televisive;
  • mittenti radiofoniche locali (analogiche o digitali).

Attenzione:

Per aver diritto al credito d’imposta è necessaria la sussistenza di un “investimento incrementale”, ossia del fatto che l’investimento effettuato sia superiore almeno dell’1% di quello sui medesimi mezzi di informazione dell’anno precedente.

Il credito d’imposta è pari al 75% del valore incrementale degli investimenti effettuati, innalzato al 90% nel caso di piccole e medie imprese, microimprese e start-up innovative.

MISURA DEL CREDITO

75%

generalità dei soggetti

90%

piccole e medie imprese, microimprese e start-up innovative

Decreto attuativo

Con il Dpcm 16 maggio 2018 n. 90 pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale serie generale n. 170 del 24.07.2018 è stata dettata la disciplina dei criteri e delle modalità per il riconoscimento degli incentivi fiscali relativi agli investimenti in questione.

Tali disposizioni possono essere così riassunte:

Beneficiari

Il credito d’imposta è rivolto ai seguenti soggetti:

  • titolari di reddito d’impresa o di lavoro autonomo
  • enti non commerciali che effettuano investimenti in campagne pubblicitarie, il cui valore complessivo superi di almeno l’1% quelli realizzati nell’anno precedente sugli stessi mezzi di informazione (investimenti incrementali).

A tal proposito, il Dipartimento precisa che:

  • per “stessi mezzi di informazione” si devono intendere non le singole testate giornalistiche o radiotelevisive, ma il tipo di canale informativo, e cioè stampa ed emittenti radiofoniche e televisive;
  • nell’ipotesi in cui gli investimenti siano effettuati sia sulla stampa sia sulle emittenti radiofoniche e televisive, l’incremento deve essere verificato e calcolato distintamente in relazione ai due mezzi di informazione, prendendo in considerazione i rispettivi incrementi percentuali; tuttavia, “la separazione del calcolo non implica che si possa accedere al credito d’imposta per l’incremento effettuato, ad esempio, sulla stampa, se contestualmente si è operata una diminuzione di spesa sul canale radiotelevisivo, tale da annullare l’incremento di spesa complessivo”.

Misura del beneficio

Con riguardo al quantum dell’agevolazione, il Dipartimento ricorda che il tax credit è pari:

  • al 75% del valore incrementale degli investimenti effettuati;
  • elevato al 90% nel caso di microimprese, piccole e medie imprese e start up innovative.

Peraltro, nel periodo di prima applicazione, anche alle microimprese, piccole e medie…

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it