Agevolazioni ZFU - modalità di fruizione e trattamento fiscale e contabile

1. Le agevolazioni spettanti
2. Limitazioni particolari
3. Modalità di utilizzo
4. Natura dell’agevolazione
5. Trattamento fiscale dell’agevolazione
6. Rilevazione utilizzi da parte di soggetti in contabilità ordinaria
   6.1. Rilevazione dell’agevolazione concessa
   6.2. Rilevazione degli utilizzi
      6.2.1. Utilizzo per il versamento dei contributi previdenziali e assistenziali
      6.2.2. Utilizzo per il versamento delle imposte
      6.2.3. Momento in cui rilevare gli utilizzi
   6.3. Utilizzi nelle società trasparenti
   6.4. Rilevazione utilizzi privati
   6.5. Indicazione dell’agevolazione ZFU in nota integrativa
7. Utilizzi da parte di soggetti in contabilità semplificata
8. Utilizzi da parte di titolari di reddito di lavoro autonomo

***

Anche nel corso del 2018 è proseguita, da parte del MISE, la concessione delle agevolazioni previste per le zone franche urbane, istituite in alcuni comuni o zone del territorio nazionale, ai sensi dell’art. 1, commi 340-343 della legge n. 296/2006 o a seguito di calamità naturali.

Il crescente numero di beneficiari e la complessità della disciplina inducono, quindi, a verificare le modalità di utilizzo e il trattamento contabile e fiscale di tali agevolazioni, sia per i soggetti in contabilità ordinaria che per quelli in contabilità

1.Le agevolazioni spettanti

Come previsto dalla disciplina generale in materia di ZFU, relativamente alle attività agevolate esercitate nella ZFU, le agevolazioni normalmente concesse e indicate in appositi decreti del MISE sono quelle sotto indicate: 

ESENZIONE DALLE IMPOSTE SUI REDDITI

ESENZIONE DALL’IRAP

ESENZIONE DALL’IMU PER I SOLI IMMOBILI SITI ALL’INTERNO DELLA ZFU E UTILIZZATI PER L’ATTIVITA’ AGEVOLATA

ESONERO DAL VERSAMENTO DEI CONTRIBUTI SULLE RETRIBUZIONI DA LAVORO DIPENDENTE

A SCALARE

PER 14 ANNI

PER

5 ANNI

PER

4 ANNI

A SCALARE PER

14 ANNI

In relazione alle predette tipologie di esenzioni/esonero, vanno evidenziate alcune precisazioni contenute in documenti di prassi.

Innanzitutto, per quanto riguarda l’esonero contributivo, va rilevato che questo riguarda solo i contributi previdenziali ed assistenziali sulle retribuzione dei dipendenti, con esclusione dei premi per l’assicurazione obbligatoria infortunistica, come confermato dalla FAQ sulle “ZFU sisma Centro Italia” presenti sul sito del MISE.

Inoltre, sempre per quanto riguarda l’esonero dei contributi previdenziali ed assistenziali, nella prassi si è sempre inteso fare riferimento ai contributi sulle retribuzioni a carico del datore di lavoro, anche se la circolare n. 39/2013 dell’Agenzia delle entrate precisa che nell’esonero è “compresa la quota a carico dei lavoratori”.

Al riguardo, si deve innanzitutto osservare che il comportamento dei beneficiari, diretto a limitare l’esonero ai soli contributi “a carico” del tutto regolare ed è giustificato sicuramente da esigenze di prudenza, visto che altre disposizioni in materia di contributi previdenziali ed assistenziali impongono sempre e comunque il versamento dei contributi trattenuti ai dipendenti.

Peraltro, l’interpretazione dell’Agenzia delle entrate non pare condivisibile ove si abbia riguardo alla circostanza che l’agevolazione, essendo sempre stata finalizzata all’insediamento di attività produttive nelle ZFU e al potenziamento della forza lavoro, è diretta unicamente ad agevolare tali attività produttive mediante la riduzione di alcuni particolari costi (imposte e contributi previdenziali).

Al riguardo, può risultare utile il riferimento alla risposta all’interrogazione parlamentare n. 5-05010 del 9 luglio 2015 quando, trattando della compensazione dell’agevolazione ZFU con i contributi sulle retribuzioni, si dice espressamente che “questi ultimi saranno deducibili per la parte che non gode dell’esonero contributivo.”

In…

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it