Disciplina dell’auto in uso promiscuo al dipendente

Un autoveicolo aziendale assegnato al dipendente è detto ad uso promiscuo quando lo stesso lo utilizza sia per esigenze lavorative sia per esigenze personali.
La disciplina applicabile ai veicoli assegnati ai dipendenti per uso promiscuo prevede:

la deducibilità parziale (70%) dei costi delle auto date in uso promiscuo ai dipendenti/amministratori per la maggior parte del periodo di imposta;
l’imponibilità del fringe benefit in capo al lavoratore, nella misura del 30% dell’importo corrispondente alla percorrenza convenzionale di 15.000 km, calcolato sulla base del costo chilometrico desumibile dalle Tabelle ACI.

Disciplina dell’auto
La tematica dell’utilizzo di auto aziendali da parte dei dipendenti o degli amministratori suscita da sempre un fervente dibattito tra gli operatori professionali, soprattutto per quanto riguarda l’individuazione della via più conveniente dal punto di vista fiscale per l’acquisto dell’autovettura.
In capo all’azienda è possibile distinguere le seguenti ipotesi di utilizzo dell’autovettura da parte del dipendente, e cioè uso:

promiscuo;
esclusivamente personale;
esclusivamente per fini aziendali.

In caso di utilizzo

promiscuo da parte del dipendente, si determina
in capo al dipendente un fringe benefit che viene tassato secondo le regole che tratterremo di seguito;
in capo all’impresa la possibilità di dedurre il 70% dei costi relativi all’autovettura;
esclusivamente personale, si determina
in capo al dipendente un fringe benefit valutabile secondo le regole del “valore normale”;
in capo all’impresa la deduzione del costo limitata al valore del fringe benefit attribuito al dipendente;
esclusivamente per fini aziendali
in capo al dipendente nessun fringe benefit;
in capo all’impresa la deducibilità dei costi secondo le regole generali previste dall’art. 164 del Tuir (deducibilità integrale per i beni esclusivamente strumentali, limitata al 20% negli altri casi).

 

USO PROMISCUO

USO ESCLUSIVAMENTE PERSONALE

USO PER FINI AZIENDALI

Dipendente

fringe benefit calcolato sulla base delle Tariffe Aci

compenso in natura calcolato sulla base del valore normale (si fa riferimento ai listini delle società di noleggio);

nessun compenso in natura

Impresa

deduzione del 70% dei costi relativi all’autovettura

deduzione del valore del compenso in natura attribuito al dipendente

deducibilità dei costi secondo le regole generali

Fringe benefit
Si ricorda brevemente che con il termine “fringe benefits”, letteralmente benefici marginali, si intendono delle forme di remunerazione complementari alla retribuzione principale, riconosciute dall’azienda al dipendente o all’amministratore.
Si tratta di compensi corrisposti in natura, a differenza dell’emolumento principale che viene erogato in denaro.
I compensi in natura, ovvero, i fringe benefits vengono, generalmente, quantificati in base al loro valore normale, come indicato dall’art. 9 del DPR n. 917/86.
Tuttavia, in deroga a tale criterio, il legislatore, con la disposizione di cui al comma 4 dell’art. 51 del DPR n. 917/86, ha introdotto delle regole specifiche di  determinazione del valore dei compensi in natura. Tali regole riguardano i fringe benefits costituiti da:

auto aziendali dati in uso promiscuo al dipendente
prestiti in denaro
fabbricati concessi in locazione, uso o comodato
servizi di trasporto ferroviario.

Auto date in uso promiscuo
Per quanto riguarda le auto date in uso promiscuo le regole che disciplinano la tassazione del suddetto fringe benefit dettate dall’art. 51, comma 4, lett a) del Tuir prevedono che il valore del fringe benefit è pari al:

30% dell’importo che corrisponde ad una percorrenza convenzionale di 15.000 chilometri, importo calcolato sulla base del costo chilometrico di esercizio desumibile dalle tabelle Aci, al netto degli importi …

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it