Società cancellata: valida la notifica al socio della cartella con iscrizione a ruolo della società

Valida la notifica al socio di società già cancellata, della cartella che indica l’iscrizione a ruolo di somme dovute dalla società estinta.

La riscossione dei debiti fiscali della società nei confronti dei soci è in ogni caso subordinata alla dimostrata responsabilità patrimoniale del socio con onere a carico dell’amministrazione ma, se il socio intende contestare la pretesa tributaria richiesta alla società, deve impugnare il primo atto al medesimo notificato anche se indicante importi a nome della società.

Questi i principi stabiliti dalla giustizia di legittimità con le sentenze n. 9672/2018, 13136/2018 e 8582/2018 che, facendo seguito ai principi stabiliti dalle sentenze delle sez. unite 6070 e 6072 del 2013 ha ormai graniticamente stabilito le procedure da seguire ai fini della validità degli atti e delle relative notifiche.

Procedure e principi che si fondano sul dettato delle norme di cui all’articolo 2495 del cod. civ., dell’art. 36 del DPR 602/73 e dell’articolo 28 co. 4 del D.Lgs. 175/2014.

Procedure e principi che dovranno essere revisionati per effetto delle novita’ introdotte a decorrere dalle cancellazioni effettuate dal 13 dicembre 2014.

EFFETTI DELLA CANCELLAZIONE DELLA SOCIETA’ DAL REGISTRO IMPRESE

La giurisprudenza di legittimità con le note sentenze 6070 e 6072 del 2013 ha affermato che, se la cancellazione della società, di capitali o di persone, determina l’effetto della sua estinzione, per impedire che la società debitrice possa, con un proprio comportamento unilaterale, fuori dal controllo del creditore, espropriare quest’ultimo dall’esercizio del proprio diritto di credito, deve necessariamente riconoscersi il verificarsi, per effetto della cancellazione della società, di un fenomeno successorio, sui generis, dal lato passivo dei soci nel rapporto debitorio.

IMPORTANTE: L’estinzione della società da luogo ad un fenomeno di tipo successorio, sia pure sui generis, che coinvolge i soci ed è variamente disciplinato dalla legge a seconda del diverso regime di responsabilità da cui, pendente societatie, erano caratterizzati i pregressi rapporti sociali.

In ragione di tale principio e con riferimento ai rapporti tributari l’Agenzia delle Entrate potrà agire nei confronti dei soci per l’accertamento del proprio diritto di credito e per azionare la riscossione dello stesso, fermo restando per tale ultima azione i limiti posti dall’ordinamento.

LA RESPONSABILITA’ DEI SOCI PER I DEBITI TRIBUTARI DELLA SOCIETA’ ESTINTA

– il debito non pagato ma certo ed esigibile e DEFINITIVO (già accertato) alla data di cancellazione, può essere richiesto ai soci nei limiti della responsabilità patrimoniale loro attribuibile in ragione del paradigma societario;

 – il debito sopravvenuto successivamente alla cancellazione della società (accertato dopo la cancellazione) può essere richiesto ai soci nei limiti di cui sopra;

 – i soci rispondono del debito per il perfezionamento del fenomeno successorio di cui all’articolo 2495 c.c.

LE MOSSE DELL’AGENZIA DELLE ENTRATE DOPO LA CANCELLAZIONE DELLA SOCIETA’

Per quanto chiarito dalle sezioni unite, due sono le mosse a disposizioni dell’agenzia delle entrate quando intende agire verso una società cancellata, due messo che hanno anche finalità differenti.

L’agenzia potrà agire nei confronti dei soci per:

  • l’accertamento del proprio diritto di credito;
  • la riscossione, dai soci, del credito accertato nei limiti previsti dall’ordinamento.

L’A.E., potrà, quindi, agire nei confronti del socio anche in assenza di una sua responsabilità patrimoniale, e ciò determina necessariamente la legittimità soggettiva passiva del socio che deve difendersi (semmai opponendo anche l’assenza dell’interesse ad agire).

ATTENZIONE: se la società cessata era partecipata da più soci si configura necessariamente un litisconsorzio necessario.

La recente sentenza…

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it