La notifica a società inesistente, cancellata, estinta

di Maria Benedetto

Pubblicato il 16 marzo 2013

un'analisi di una particolare problematica relativa alla notificazione degli atti tributari: le notifiche effettuate alle persone giuridiche irreperibili ed alle società inesistetenti

In tema di notifica degli atti tributari a persone giuridiche, la mancata comunicazione, originaria o successiva, del domicilio fiscale da parte di una società, consente al Fisco di eseguire le notifiche in ogni caso nel domicilio fiscale per ultimo noto, eventualmente ricorrendo alla forma semplificata ex art. 60, D.P.R. n. 600/1973.

La Corte Costituzionale ha distinto il caso di “irreperibilità assoluta” del destinatario dal caso di “irreperibilità relativa” del destinatario.

La cancellazione dal registro delle imprese di una società determina l’estinzione del soggetto giuridico e la perdita della sua capacità professionale.

Rif. normativi

(Sentenza Cassazione civile 30/05/2012, n. 8637)

(Sentenza Cassazione civile o5/09/2012 n. 14880)

Provv. Direttore Agenzia delle Entrate del 5 marzo 2013

 

Premessa

La disciplina della notificazione degli atti e degli avvisi tributari è contenuta fondamentalmente nell’art. 60 del DPR 600/1973.

La notificazione degli atti tributari presso la sede di una persona giuridica è regolare con la consegna dell’atto nelle mani di persona idonea a ricevere la corrispondenza: è sufficiente che il consegnatario sia legato alla persona giuridica da un particolare rapporto che, non dovendo necessariamente essere di prestazione lavorativa, può risultare anche dall’incarico, eventualmente provvisorio o precario, di ricevere la corrispondenza. Pertanto, qualora dalla relazione dell’ufficiale giudiziario risulti la presenza di una persona che si trovava nei locali della sede, è da presumere che tale persona fosse addetta alla ricezione degli atti diretti alla persona giuridica, anche se da questa non dipendente. La società ha l’onere di provare che la stessa persona, oltre a non essere una sua dipendente,non era neppure addetta alla sede per non averne mai ricevuto incarico alcuno. Se il contribuente è irreperibile, il Fisco è legittimato a non informarli con lettera raccomandata dell’avvenuta notifica.

 

Notificazione degli atti tributari: i soggetti e le fasi della notifica

L’attività informativa degli atti tributari avviene tramite comunicazioni, notificazioni e pubblicazioni, attraverso i quali il soggetto contribuente viene portato a conoscenza di una procedura di controllo ( o di una comunicazione o dell’esito di un giudizio) da parte del Fisco, nei suoi confronti.

Questi mezzi di comunicazione si sostanziano in una serie di attività dirette al perfezionamento ed al conseguimento del risultato perseguito: la conoscenza legale dell’atto.

Di fondamentale importanza è rispettare l’iter delineato dal legislatore in quanto la natura recettizia degli atti tributari persegue tre obiettivi principali:

  • l’effettiva conoscenza l