La determinazione del reddito in regime di contabilità semplificata

di Giancarlo Modolo

Pubblicato il 23 dicembre 2017

dedichiamo un ripasso alle regole per la determinazione del reddito d'impresa per i contribuenti in regime di contabilità semplificata per cassa: strumenti di pagamento e momento di rilevanza dell'operazione, casi in cui rimane vigente il regime di competenza, le modalità da seguire nel cambio di regime per evitare salti o duplicazioni di imposizione

Per il periodo d’imposta 2017, per i soggetti in contabilità semplificata sono operative le nuove regole di determinazione della base imponibile, che, come regola generale, prevede l’adozione principale del “criterio di cassa” effettivo o per presunzione per le operazioni correnti.

Il meccanismo di determinazione del reddito, che si basa, infatti, sui criteri di “cassa” e di “competenza”, mira ad avvicinare il momento dell’obbligazione tributaria alla disponibilità di mezzi finanziari, evitando che le imprese siano costrette a pagare imposte su proventi non ancora incassati.

Le regole procedurali, però, devono essere coordinate con i diversi disposti normativi, come di seguito schematizzato.

Aspetti generali

L’attuale regime di contabil