Cartella di pagamento senza avviso bonario

E’ valida la cartella di pagamento anche se non preceduta da avviso bonario. E’ questo l’orientamento manifestato dalla Corte di Cassazione con l’ordinanza n. 2020 depositata l’8 settembre scorso. Tuttavia il principio non è valido in assoluto, ma è subordinato, secondo la tesi della Suprema Corte, alla circostanza che non sussistano incertezze rilevanti dalla dichiarazione presentata a cura del contribuente.
Il caso preso in esame riguardava l’omesso versamento dell’IVA e dell’IRAP. A seguito del controllo automatizzato è emerso il mancato versamento dei tributi. Tale situazione, essendo agevolmente rilevabile, senza che sussistessero incertezze interpretative, non necessitava del contraddittorio obbligatorio. Pertanto la notifica diretta della cartella di pagamento è senza dubbio legittima. Non sussiste, diversamente da quanto sostenuto dal contribuente, l’obbligo di contraddittorio preventivo.
La Corte di Cassazione ha respinto il ricorso sulla base dell’art. 6, comma 5 della legge n. 212/2000, il cosiddetto statuto del contribuente. La disposizione citata subordina l’obbligatorietà del contraddittorio ai soli casi in cui sussistano incertezze su aspetti rilevanti e, diversamente, non può sussistere alcun dubbio nell’ipotesi di omesso versamento. Pertanto la relativa cartella non può essere considerata nulla.
Nel caso di specie la cartella di pagamento è stata emessa in conseguenza di quanto dichiarato dal contribuente. Conseguentemente mancano le condizioni per ottenere la declaratoria di nullità.
L’ordinanza della Corte di Cassazione ha di fatto confermato un orientamento già affermato dal giudice di legittimità. In particolare, la sentenza n. 19861 del 2016 ha precisato che al fine di far valere la nullità è onere del contribuente evidenziare gli elementi che, laddove valutati preventivamente, avrebbero potuto dare luogo a soluzioni differenti.
La Corte di Cassazione non ha però affrontato, con l’ordinanza in…

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it