La detrazione IRPEF del 50% dell'IVA pagata per l'acquisto di immobili abitativi

Il decreto Milleproroghe prevede la possibilità di applicare anche per gli acquisti di immobili abitativi effettuati nell’anno 2017 la detrazione Irpef del 50% dell’Iva. Se la misura sarà confermata nella versione finale del decreto dovrebbero valere le indicazioni fornite dall’Agenzia delle entrate con la Circolare n. 20/E del 18 maggio 2016.
La misura è rimasta sostanzialmente invariata e quindi si potrà fare riferimento ai presupposti previsti dall’originaria formulazione normativa (articolo 1, comma 56 della legge 28 dicembre 2015, n. 208). L’unica differenza, come già ricordato, riguarda l’estensione del beneficio fiscale anche agli acquisti effettuati nell’anno 2017.
Per quanto riguarda il profilo soggettivo, trattandosi di una detrazione IRPEF, l’ambito di applicazione è circoscritto alle persone fisiche. Dal punto di vista oggettivo la detrazione compete per l’acquisto di immobili aventi natura abitativa e delle relative pertinenze. A tal proposito il citato documento di prassi ha chiarito che la detrazione spetta “a condizione che l’acquisto della pertinenza avvenga contestualmente all’acquisto dell’unità abitativa e l’atto di acquisto evidenzi il vincolo pertinenziale”.
L’immobile oggetto di acquisto deve avere classe energetica A o B ai sensi della normativa vigente e deve essere ceduto da una società costruttrice. Questa indicazione è conseguenza diretta del meccanismo di funzionamento del computo della detrazione che è pari al 50% dell’Iva. Pertanto se l’immobile abitativo è ceduto da un’impresa non costruttrice l’imposta sui trasferimenti sarà costituita dall’imposta di registro con la conseguente impossibilità di fare valere concretamente la detrazione in esame.
Al fine di fruire della detrazione fiscale in rassegna l’acquisto dell’immobile deve essere effettuato nel 2016 o nel 2017. La detrazione IRPEF non spetta per gli eventuali acconti versati anteriormente all’1 gennaio 2016 in …

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it