Mancata risposta al questionario: cosa si rischia?

di Gianfranco Antico

Pubblicato il 8 febbraio 2017

in caso di mancata risposta al questionario del Fisco, nel successivo eventuale contenzioso l’inutilizzabilità della documentazione è condizionata all’avvertimento delle conseguenze che ne derivano
Male Judge Writing On Paper In Courtroom

Con l’ordinanza n. 233 del 9 gennaio 2017, la Corte di Cassazione ha confermato che la sanzione dell’inutilizzabilità della successiva produzione in sede contenziosa opera solo in presenza di un invito specifico e puntuale all’esibizione da parte dell’Amministrazione Finanziario, accompagnato dall’avvertimento circa le conseguenze della sua mancata ottemperanza.

Questa Corte è ferma nel ritenere che in tema di accertamento fiscale, la mancata esibizione, in sede amministrativa, dei libri, della documentazione e delle scritture all'Ufficio dell’Agenzia delle Entrate giustifica l'esercizio dei poteri di indagine ed accertamento bancario propri dell'Amministrazione finanziaria, mentre la sanzione dell’inutilizzabilità della successiva produzione in sede contenziosa, prevista dall'art. 32 del d.P.R. 29 settembre 1973, n. 600, opera solo in presenza di un invito specifico e puntuale all'esibizione da parte del l'Amministrazione purché accompagnato dall'avvertimento circa le conseguenze della sua mancata ottemperanza, che si giustifica - in deroga ai principi di cui agli artt. 24 e 53 Cost. - per la violazione dell'obbligo di leale collaborazione con il Fisco- cfr. Cass. n. 11765/2014; Cass. n. 22126/2013”.

Brevi note

La sentenza che si annota, conferma l’indirizzo assunto dalla Corte nel corso di questi ultimi anni: l’inutilizzabilità opera solo in presenza di un invito specifico e documentato.

Resta fermo, infatti, che il divieto di utilizzo di documenti non esibiti è subordinato al rifiuto a seguito di specifica domanda dei soggetti accertatori riferita a specifica documentazione (Cass. sent. n. 22765/2009), non essendo sufficiente una generica richiesta da parte degli accertatori affinché sia ritenuto sussistente il rifiuto del contribuente all’esibizione ed il conse