Il regime della contabilità per cassa ed il problema delle rimanenze di magazzino

Introduzione
In base a quanto stabilito dalla legge di bilancio 2017, le imprese che hanno i requisiti per la contabilità semplificata nel 2016 e li mantengono anche per l’anno successivo, applicheranno automaticamente il regime di cassa dal 2017.
L’attuale regime prevede che il reddito sia determinato, anziché partendo dal risultato di bilancio ed apportandovi le variazioni fiscali (come per le imprese in ordinaria), secondo il criterio di competenza, applicando il nuovo principio di cassa semplificato.
In particolare, la novità è collegata al fatto che scomparendo ogni riferimento alle rimanenze iniziali e finali, ci si imbatte nella problematica della deduzione integrale di un ammontare pari alle rimanenze finali imputate al 31/12/2016 nel periodo d’imposta 2017 con tutte le conseguenze in tema di perdite.
È pur vero, tuttavia, che il nuovo regime potrà venire incontro a quei soggetti che dovevano dichiarare ricavi per competenza sensibilmente più alti rispetto alle effettive somme incassate.
Le novità per le imprese minori: il principio di cassa
L’articolo 18 del DPR 600/73 stabilisce che rientrano in contabilità semplificata gli imprenditori individuali e le imprese che nell’anno precedente hanno conseguito ricavi non superiori a:

400.000 euro per le prestazioni di servizi;

700.000 euro per le altre attività;

Il regime di contabilità semplificata, precisa l’art. 18, si estende di anno in anno qualora non vengano superati gli importi sopra indicati.
Per tali imprese minori, la legge di stabilità 2017 introduce il nuovo criterio di cassa per la determinazione del reddito d’impresa e della base imponibile dell’Irap.
L’ingresso nel sistema previsto dal nuovo articolo 66 del TUIR prevede che tale regime sarà quello “naturale” per le imprese minori che non si avvalgono del regime forfettario, le quali, se non intendono adottarlo, possono optare per quello di contabilità ordinaria.
In pratica, le imprese …

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it