Gli adempimenti per il passaggio dalla contabilità semplificata alla contabilità ordinaria

di Enrico Larocca

Pubblicato il 16 gennaio 2017

un riassunto degli adempimenti contabili che vanno seguiti per la gestione del passaggio dalla contabilità semplificata alla contabilità ordinaria: si tratta di un adempimento tutt'altro che banale, che nel 2017 potrebbe interessare molti contribuenti date le novità relative ai regimi contabili (contabilità semplificata per cassa e opzione per l'IRI) che diventano operative da quest'anno
ivaGeneralità Nel mentre si discute delle varie opzioni possibili per il nuovo regime di contabilità semplificata per cassa previsto dal nuovo art. 18 del DPR 600/73, si introduce l’imposta sul reddito d’impresa (in sigla IRI), con aliquota fissa del 24% sugli utili trattenuti presso l’impresa, rivolta agli imprenditori individuali ed alle società in nome collettivo ed in accomandita semplice in regime di contabilità ordinaria, previa opzione in tal senso.
Legge di Bilancio 2017 Con la legge 232/2016 (più nota come Legge di Bilancio 2017), si dà il via ad nuova flat tax opzionale per le imprese Irpef. Dal 1° gennaio 2017, il nuovo articolo 55-bis del T.U.I.R., prevede un regime opzionale di tassazione separata con aliquota 24% degli utili delle imprese Irpef in contabilità ordinaria.
Gli utili distribuiti Gli utili distribuiti ai soci verranno tassati nel modello Unico e la società potrà sottrarre il relativo importo dall’imponibile.
Opzione “a consuntivo” L’opzione per la nuova flat tax delle imprese individuali e delle società di persone, sarà fatta “a consuntivo”. Il regime opzionale per il reddito di impresa dei soggetti Irpef in contabilità ordinaria, previsto