Il recupero delle ritenute versate in eccesso

Caso
Buongiorno, nel mese di Aprile a fronte di ritenute d’acconto (codice tributo 1040) dovute per € 188 sono state versati in modello F24 € 288 per il codice tributo 1040 a causa di un evidente errore di imputazione della somma. In che tempi è possibile recuperare il versamento in eccesso? Si dovono versare ritenute d’acconto anche al 18/07 (€ 150 sempre su codice tributo 1040) per compensi erogati nel mese di giugno. Conviene variare il modello F24 attribuendo il versamento ad un diverso codice tributo?
Risposta
Ricordiamo che il D.lgs. 175/2014 (intitolato “Semplificazioni fiscale e dichiarazione dei redditi precompilata”) prevede una norma specifica per gestire le eccedenze di ritenute indebitamente versate dal sostituto d’imposta. In particolare l’articolo 15 comma 1 lettera b prevede che le eccedenze di versamento possono essere scomputate seguendo le modalità indicate nell’articolo 147 del Dlg. 251/1997.
A livello di prassi, l’Agenzia delle entrate ha emanato la risoluzione n. 13/E del 10/02/2015 che illustra le modalità di compensazione delle eccedenze di versamento e che contiene i codici tributo da indicare per effettuare la compensazione. Tale documento è stato integrato con la risoluzione n. 7/E che illustra con esempi pratici la compensazioni ed illustra il comportamento da tenere per le compensazioni effettuate nei primi 3 mesi dell’anno 2015.
La risoluzione n. 13/2015 prevede a pagina 4 la creazione di nuovi codici tributo, quello che ci interessa è il codice 1628 – “Eccedenza di versamenti di ritenute da lavoro autonomo, provvigioni e redditi diversi – art. 15, comma 1, lettera b) d.lgs. n. 175/2014”.
Come spiegato (anche con esempio numerico nella successiva risoluzione n. 7/2016 l’eccedenza deve risultare a credito nel modello F24. Nel nostro caso lo schema sarà il seguente:

Codice Tributo

Mese rif.

Anno rif.

Importo a debito

Importo a credito

SALDO

1040

6

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it