Bonus ammortamenti e canoni di leasing 140%: guida fiscale e contabile

di Enrico Larocca

Pubblicato il 22 febbraio 2016

l’agevolazione fiscale cosiddetta 'bonus ammortamenti' introduce la possibilità, per determinati beni strumentali acquisiti sia in proprietà che in leasing, di fruire di una maggiorazione del 40% calcolata sul costo di acquisto del bene (entro il limite del costo fiscalmente deducibile) o sulla quota capitale del canone di leasing: guida fiscale e contabile alla gestione del bonus

L’agevolazione fiscale cosidetta “bonus ammortamenti” introduce la possibilità per determinati beni strumentali acquisiti sia in proprietà che in leasing di fruire di una maggiorazione del 40 % calcolata sul costo di acquisto del bene (entro il limite del costo fiscalmente deducibile) o sulla quota capitale del canone di leasing, se il bene è stato acquisito nel periodo che va dal 15/10/2015 al 31/12/2016.

L’agevolazione fiscale postula che il bene sia entrato in funzione, elemento determinante per la fruizione degli ammortamenti e della relativa maggiorazione. L’agevolazione non rileva ai fini IRAP.

 

 

Scarica il documento