Conto Economico: cosa cambia dal 2016

di Giovanna Greco

Pubblicato il 21 novembre 2015

dal 2016 cambierà lo schema di bilancio d'esercizio con la sparizione della voce E dedicata ai componenti straordinari di reddito: alcune valutazioni sulle problematiche da valutare
 

Il Decreto Legislativo n. 139 del 18 Agosto 2015 è intervenuto sugli artt. 2424 e 2425 c.c., modificando gli schemi di Stato patrimoniale e di Conto economico. Tra le varie modifiche apportate al Conto economico assume notevole importanza l’eliminazione della cosiddetta “sezione straordinaria”. Nella versione ante riforma di schema di conto economico i proventi e gli oneri straordinari devono essere distintamente indicati nell’aggregato E) con separata indicazione delle plusvalenze e delle minusvalenze da alienazioni, il cui contenuto è disciplinato dall’OIC 12 “Composizione e schemi del bilancio di esercizio”.

Ricordiamo che il principio contabile n. 12 precisa che sono da considerare componenti reddituali di natura straordinaria:

- le plusvalenze, le minusvalenze e le sopravvenienze attive e passive derivanti da fatti per i quali la fonte del provento o dell’onere è estranea alla gestione ordinaria dell’impresa;

- i componenti positivi e negativi relativi ad esercizi precedenti;

- i componenti reddituali che costituiscono l’effetto di variazioni dei criteri di valutazione.

In concreto l’OIC 12 distingue costi e ricavi straordinari nelle seguenti categorie:

- Oneri, plusvalenze e minusvalenze derivanti da operazioni con rilevanti effetti sulla struttura dell’azienda;

- Plusvalenze e minusvalenze derivanti dall’ali