Contribuenti minimi e forfettari e applicazione del reverse charge

Pubblicato il 16 aprile 2015

l'applicazione del reverse charge interessa anche i contribuenti minimi e forfettari, che sono normalmente esclusi dall'applicazione e versamento dell'IVA: ecco le possibili spiacevoli conseguenze per il contribuente normalmente estraneo alla liquidazione dell'IVA

Le nuove prestazioni soggette all’inversione contabile previste dalla legge di stabilità del 2015 non sembrano interessare il regime dei minimi ed il nuovo regime forfetario. La circostanza si desume, sia pure con molte incertezze, dalla Circolare dell’Agenzia delle entrate n. 14 del 27 marzo 2015, ma procediamo con ordine.

La Legge 23 dicembre 2014, n. 190 ha modificato l’art. 17, comma 6 del D.P.R. n. 633 con l’aggiunta della nuova lettera a – ter). A seguito della novella legislativa, con decorrenza dal 1 gennaio 2015, l’inversione contabile si applica anche alle prestazioni di servizi di pulizia, di demolizione, di installazione di impianti e di completamento relative ad edifici.

L’applicazione dell’inversione contabile richiede, in base alla disciplina generale, il possesso della soggettività passiva in capo al committente. Infatti, tale soggetto è tenuto ad integrare le fatture ricevute s