In arrivo la scadenza per la presentazione del 730 integrativo

di Celeste Vivenzi

Pubblicato il 24 ottobre 2014

scade lunedì 27 ottobre 2014 il termine per la consegna al CAF o al professionista abilitato del modello 730 integrativo nel caso in cui, dopo un attento controllo del prospetto di liquidazione delle imposte (modello 730/3) ricevuto dal sostituto d’imposta o dall’intermediario, si riscontrino errori di compilazione o di calcolo

Scade lunedì 27 ottobre 2014 la consegna al Caf o al professionista abilitato del modello 730 integrativo nel caso in cui, dopo un attento controllo del prospetto di liquidazione delle imposte (modello 730/3) ricevuto dal sostituto d’imposta o dall’intermediario, si riscontrino errori di compilazione o di calcolo.


LE VARIE TIPOLOGIE DI 730 INTEGRATIVO

In base alle specifiche ministeriali di riferimento, sono individuabili tre situazioni per le quali è prevista la possibilità di presentare il 730 integrativo di un modello già presentato.

a) 730 integrativo a favore – tipo 1 – per errori od omissioni la cui correzione comporta un maggior rimborso / un minor debito, ovvero l’invarianza contabile rispetto al 730 originario. La presentazione di una dichiarazione integrativa non sospende le operazioni di conguaglio (importi a debito compresi gli acconti o importi a credito derivanti dal 730 originario). Anche nel caso di avvenuta presentazione di un 730 senza sostituto d’imposta, l’integrativo di tipo 1 non sospende le procedure di rimborso dell’Agenzia delle Entrate per le imposte a credito o l’obbligo di versamento con F24 da parte del contribuente per le imposte a debito. Per il conguaglio, il CAF elabora e spedisce al sostituto d’imposta il 730-4 integrativo entro il 10 novembre ed il conguaglio del maggior credito/minor debito che scaturisce dalla liquidazione delle singole imposte, sarà effettuato sulla retribuzione erogata nel mese di dicembre.

Se dalla correzione degli errori emerge alternativamente un minor debito o un maggior credito o non risulta alcuna variazione dell’imposta a debito o a credito il contribuente potrà presentare anche il modello Unico 2014 integrativo a favoreutilizzando l’eventuale differenza a credito a riporto dei successivi periodi d’imposta o in compensazione ovvero richiedendone il rimborso.

b) 730 integrativo per la correzione dei dati del sostituto d ’imposta – tipo 2la modifica o l’i