Imposta di registro: come cambia l'acquisto della prima casa

da inizio anno è cambiata in modo sostanziale la quantificazione dell’imposta di registro, le variazioni normative hanno avuto un impatto notevole nel caso di acquisto della prima casa: ecco una guida aggiornata che analizza le nuove modalità impositive ed il diverso impatto economico che si ha in caso di acquisto della prima casa usufruendo delle agevolazioni

L’art. 10 del D.Lgs. n.23 del 14 marzo 2011, n. 23, riformato dall’art. 26, c. 1, del D.L. 12 settembre 2013, n. 104, conv., con modif., dalla legge 8 novembre 2013, n. 128, e dall’art. 1, c. 608, della legge 27 dicembre 2013, n. 147, ha introdotto, a decorrere dal 1° gennaio 2014, rilevanti novità nel regime impositivo applicabile, ai fini delle imposte indirette, agli atti, a titolo oneroso, traslativi o costitutivi di diritti reali immobiliari.

Con l’ausilio della circolare n. 2/2014, che ha fornito i primi chiarimenti in merito all’applicazione delle nuove disposizioni, soffermiamo la nostra attenzione sulle agevolazioni prima casa.

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it