Imposizione fiscale sui trasferimenti immobiliari a titolo oneroso

Aspetti generali
La legge di stabilità per l’anno 2014 (art. 1, c. 609, L. 27.12.2013, n. 147) è intervenuta in materia di tassazione indiretta dei trasferimenti immobiliari, apportando ulteriori innovazioni alla disciplina di riferimento in senso modificativo delle aliquote applicate.
Contestualmente all’entrata in vigore della suddetta legge di stabilità, il primo gennaio 2014, era altresì stabilita l’entrata in vigore della più complessiva riforma della tassazione dei trasferimenti di cui all’art. 10 del DLgs. 14.3.2011 n. 23.
Attraverso le modificazioni introdotte, è stata disposta la sostituzione del previgente art. 1 della Tariffa, parte I, allegata al D.P.R. n. 131/1986 prevedendo l’applicazione, dal 1° gennaio 2014, di tre sole aliquote:

2%, in presenza delle condizioni per l’applicazione dell’agevolazione prima casa;

12%, per i trasferimenti di terreni agricoli a soggetti diversi da imprenditori agricoli professionali e coltivatori diretti, iscritti nella relativa gestione assistenziale e previdenziale;

9%, in tutti gli altri casi.

Rimane immutato il trattamento impositivo agevolato applicabile ai trasferimenti di terreni agricoli, previsto dall’art. 2, comma 4-bis,del D.L. 30.12.2009, n. 194, convertito con modificazioni dalla legge 26.2.2010, n. 25 (in presenza delle condizioni di applicazione delle agevolazioni per la piccola proprietà contadina)1.
È stato inoltre stabilito un tetto minimo per l’imposta di registro relativa ai trasferimenti immobiliari, nella misura di 1000 euro (l’imposta non può essere inferiore a tale soglia).

La nuova normativa in dettaglio
Come sopra precisato, il primo gennaio 2014 è entrata in vigore la nuova disciplina dei trasferimenti immobiliari secondo le due aliquote generali del 2% (immobili prima casa) e del 9% (altri trasferimenti).
La stessa normativa ha inoltre disposto la soppressione senza eccezioni di tutte le aliquote agevolate o le esenzioni previste fino al 31.12.2013 per gli atti immobiliari, anche da leggi speciali.
In forza del D.L. 12.9.2013, n. 104, convertito dalla L. 8.11.2013, n. 128, è stata però successivamente disposta l’applicazione delle imposte ipotecaria e catastale fisse di 50 euro ciascuna agli atti di trasferimento immobiliare che dall’1.1.2014 scontano l’imposta di registro con le nuove aliquote. Il medesimo decreto legge ha inoltre aumentato a 200 euro (rispetto ai precedenti 168 euro), sempre dal primo gennaio 2014, l’importo delle imposte fisse di registro, ipotecaria e catastale.
La legge di stabilità per il 2014 ha quindi escluso l’agevolazione per la piccola proprietà contadina, come prevista dal predetto art. 2, comma 4-bis,del D.L. 30.12.2009 n. 194 (salvando il trattamento agevolato), e introdotto una nuova aliquota del 12% per i trasferimenti di terreni e relative pertinenze operati dall’1.1.2014 a favore di soggetti diversi da coltivatori diretti o imprenditori agricoli professionali iscritti alla relativa gestione assistenziale e previdenziale.
L’entrata in vigore delle disposizioni del D.Lgs. n. 23/2011, nonché delle ulteriori disposizioni della legge di stabilità con pari decorrenza, è fissata con riguardo:

agli atti giudiziari pubblicati o emanati dall’1.1.2014;

agli atti pubblici formati dall’1.1.2014;

alle donazioni fatte dall’1.1.2014;

alle scritture private autenticate dall’1.1.2014;

alle scritture private non autenticate presentate per la registrazione dall’1.1.2014;

alle denunce di contratti verbali presentate per la registrazione dall’1.1.2014;

alle formalità di trascrizione e di rinnovazione eseguite a decorrere dall’1.1.2014;

alle domande di annotazione presentate a decorrere dall’…

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it