La deduzione delle spese di aggiornamento professionale

di Sandro Cerato - Il Caso del Giorno

Pubblicato il 3 ottobre 2012

il trattamento fiscale delle spese sostenute dai professionisti per aggiornamento professionale è adeguato alla vigente normativa sull'obbligo di aggiornamento professionale?

L’art. 54 c. 5 del TUIR, nell’ambito della determinazione del reddito da lavoro autonomo, dispone che le spese di partecipazione a convegni, congressi e simili o a corsi di aggiornamento professionale, incluse quelle di viaggio e soggiorno, sono deducibili nella misura del 50% del loro ammontare. Sul punto, si rammenta che tali spese, a decorrere dal 1° gennaio 1989, sono entrate, a tutti gli effetti, nel novero delle spese sostenute nell'esercizio della professione per le quali non è consentita la deducibilità integrale.

Con riferimento alla disposizione in commento, è stato richiesto all’Agenzia delle Entrate (in occasione della diretta MAP del 31 maggio 2012) se la deducibilità limitata operi anche con riferimento alle spese di pura partecipazione (quindi, con esclusione delle spese di vitto e allogg