La radiazione e la perdita dei beni strumentali

Si parla di radiazione di un bene strumentale quando il bene, non più utilmente impiegabile nell’attività aziendale perché tecnicamente obsoleto o fisicamente logoro, viene estromesso dai processi produttivi senza che sia possibile una sua cessione sul mercato. Questi beni, che continuano a essere fisicamente presenti in azienda ma che non partecipano più alla produzione d’impresa, vanno mantenuti in contabilità, conservando il costo storico e il relativo fondo ammortamento, anche nel caso in cui siano totalmente ammortizzati. Se invece la radiazione riguarda beni non ancora completamente ammortizzati, a fine anno si dovrà completare il processo di ammortamento, ponendo a carico dell’esercizio il residuo costo da ammortizzare. In questo modo, l’immobilizzazione e il relativo fondo ammortamento restano iscritti in contabilità per lo stesso importo, quello del costo storico del cespite e, quindi, con un valore residuo nullo…

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it