Tax credit: le novità chiarite dall’Agenzia

di Angelo Facchini

Pubblicato il 19 maggio 2022

Con la circolare n. 14 del 17 maggio 2022 l’Agenzia delle entrate fornisce chiarimenti sulle novità 2022 relative al tax credit. Il focus tratta del bonus investimenti in beni strumentali nuovi, i tax credit “ricerca e sviluppo”, “povertà educativa” e il bonus “librerie”. Per gli investimenti in beni materiali 4.0 effettuati dal 1° gennaio 2023 e fino al 31 dicembre 2025, il credito d’imposta è pari al 20% del costo fino a 2,5 milioni di euro, al 10% se l’investimento supera i 2,5 milioni di euro e fino a 10 milioni di euro, al 5% se l’investimento è superiore a 10 milioni di euro e fino al limite massimo di costi complessivamente ammissibili, pari a 20 milioni di euro. La soglia massima di 20 milioni di euro si riferisce agli investimenti effettuati su base annua e non durante l’intero arco temporale interessato dalla proroga. Per gli investimenti effettuati dal 16 novembre 2020 e fino al 31 dicembre 2023 viene mantenuta la misura del credito d’imposta già vigente.