Elenchi cinque per mille 2020: remissione in bonis

di Angelo Facchini

Pubblicato il 29 settembre 2020

Scade domani 30 settembre il termine utile per candidarsi alla ripartizione della quota 5 per mille Irpef. Sono coinvolti tutti gli enti non inseriti negli elenchi permanenti e interessati a partecipare alla ripartizione, che non hanno assolto in tutto o in parte entro i termini di scadenza gli adempimenti previsti per l’ammissione al contributo, relativo al 2020. Per regolarizzare la posizione tutti gli enti interessati dovranno versare anche una sanzione di 250 euro tramite il modello F24-Elide, indicando il codice tributo 8115.