Credito d’imposta per investimenti in beni strumentali nuovi

di Angelo Facchini

Pubblicato il 27 luglio 2021

L’Agenzia delle entrate (circolare 23 luglio 2021, n. 9) ha fornito chiarimenti riguardanti il credito d'imposta per investimenti in beni strumentali nuovi (art. 1, commi dal 1051 al 1063, L. n. 178/2020). Tra i soggetti interessati rientrano anche le reti d'imprese, imprese destinatarie di sanzioni interdittive, professionisti che svolgono secondariamente attività d'impresa; le tipologie di investimenti agevolabili ammettono investimenti realizzati mediante contratti di leasing e beni di costo unitario non superiore a 516,46; si può sovrapporre il credito d'imposta relativo alla Legge di bilancio 2020 e quello relativo alla Legge di bilancio 2021; sulla documentazione è necessario indicare la norma agevolativa.