Corte di Cassazione: variare la residenza entro 18 mesi ai fini dell’agevolazione è tassativo

di Angelo Facchini

Pubblicato il 26 ottobre 2022

Per accedere alle agevolazioni prima casa il contribuente deve spostare la propria residenza nel Comune in cui si trova l’abitazione entro 18 mesi dall’acquisto. Si tratta di un termine perentorio, il mancato rispetto comporta la decadenza dall’agevolazione “prima casa”. Tanto è confermato nella sentenza n. 26599 del 9 settembre 2022 della Corte di Cassazione.