Differimento delle denunce contributive per ferie collettive: tempo fino al 31 maggio

gestione separata inpsScade il prossimo 31 maggio 2019 il termine ultimo per l’accesso al differimento per le denunce contributive in caso di ferie collettive. Il termine è comunque meramente ordinatorio e non perentorio: ciò significa che in particolari circostanze la domanda inoltrata all’Istituto Previdenziale oltre il termine suddetto può comunque esser presa in considerazione. Vediamo l’iter di richiesta.

Ferie collettive

Per ferie collettive si intendono quei periodi di assenza dal luogo di lavoro per ferie che non interessano solamente un lavoratore, bensì tutti i lavoratori dell’azienda; tale periodo viene infatti inteso come un periodo di riposo dell’azienda nel suo complesso, che viene concesso ai dipendenti per legge o per contratto collettivo. In tale circostanza si avrà la chiusura dell’esercizio, dello stabilimento, o dell’ufficio, senza alcun lavoratore in forza nel periodo suddetto, eccetto che per la presenza di personale preposto alla manutenzione degli impianti ovvero degli addetti alle lavorazioni a ciclo continuo.

Il differimento contributivo per ferie collettive

In tali circostanze, essendo quindi completamente assente il personale, è possibile effettuare un differimento degli obblighi di denuncia e di versamento contributivo da parte del datore di lavoro. Ciò deriva infatti dalla contingenza – oltre che dalla temporaneità – delle difficoltà organizzative derivanti dalla chiusura dell’attività.

La richiesta di differimento per ferie collettive può però riguardare uno specifico periodo dell’anno, il quale può anche dividersi in due differenti mesi: in tale circostanza sarà possibile usufruire del differimento contributivo solamente per uno dei mesi in questione.

La scadenza per l’invio della domanda è fissata al 31 maggio di ogni anno, termine entro il quale è possibile fare richiesta di differimento: ad ogni modo il termine è ordinatorio e non perentorio, con la conseguenza che potranno comunque essere prese in considerazione domande inoltrate dopo tale periodo, purché l’azienda fornisca idonea giustificazione del ritardo nella presentazione (Messaggio n. 8609 del 18.05.2012).

Caratteristiche del differimento

Andando nel dettaglio del differimento contributivo, è necessario segnalare come le aziende che sono interessate da periodi di chiusura e quindi di ferie collettive, possono richiedere, per i mesi in cui si usufruisce delle ferie collettive, di differire:

  1. la denuncia Uniemens per il mese interessato da ferie collettive;
  2. il versamento contributivo del mese interessato;

previa domanda di autorizzazione inoltrata all’istituto previdenziale.

Come già anticipato, è possibile richiedere il differimento del versamento contributivo solamente per un mese solare, cosicché nel caso in cui le ferie collettive siano a cavallo tra due mesi, il differimento contributivo potrà essere concesso solamente per uno dei due mesi solari. Facciamo l’esempio di ferie collettive che vengono fissate a cavallo tra l’ultima settimana di luglio e le prime due settimane di agosto: in tale circostanza l’azienda potrà richiedere il differimento contributivo solo per uno dei due periodi, ossia solo per il mese di luglio o per quello di agosto.

Bisogna comunque segnalare che seppur si sia parlato del periodo estivo, è comunque possibile che l’azienda decida di fissare le ferie collettive in altro periodo dell’anno: l’azienda è legittimata a farlo, in quanto non è stabilito uno specifico periodo durante il quale effettuare le ferie collettive, e di conseguenza, sarà anche possibile che l’azienda richieda un differimento contributivo per periodi diversi dai mesi estivi. Se ad esempio l’azienda concorda delle ferie collettive nel mese di novembre, ella potrà sicuramente farlo, fermo restando che la domanda di differimento contributivo deve comunque essere inviata entro il 31 maggio 2019.

Si segnala ad ogni modo che l’autorizzazione al differimento non è vincolante, in quanto essa può essere…

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it