Collegato fiscale: il nuovo ravvedimento IMU e TASI

di Angelo Facchini

Pubblicato il 20 dicembre 2019

Il collegato fiscale ha esteso a tutti i tributi, compresi quelli regionali e locali, alcune fattispecie di ravvedimento operoso, fino ad oggi riservate ai tributi dell’Agenzia delle entrate e dell’Agenzia delle dogane e dei monopoli. Sono introdotte: la riduzione della sanzione a 1/7 del minimo, in caso di ravvedimento perfezionato entro il termine per la presentazione della dichiarazione relativa all’anno successivo a quello nel corso del quale è stata commessa la violazione oppure, quando non è prevista dichiarazione periodica, entro due anni dall’omissione o dall’errore; la riduzione della sanzione a 1/6 del minimo, in caso di ravvedimento perfezionato oltre il termine per la presentazione della dichiarazione relativa all’anno successivo a quello nel corso del quale è stata commessa la violazione oppure, quando non è prevista dichiarazione periodica, oltre due anni dall’omissione o dall’errore; la riduzione della sanzione a 1/5 del minimo, in caso di ravvedimento successivo alla constatazione della violazione mediante processo verbale.