Cassazione: no alla doppia contribuzione INPS per amministratori e soci di S.r.l. senza partecipazione diretta

di Angelo Facchini

Pubblicato il 5 febbraio 2021



La Corte di Cassazione – ordinanza n. 1759 del 27 gennaio 2021 – ha invalidato la doppia posizione previdenziale per gli amministratori e i soci di S.r.l. senza una partecipazione diretta. Per i giudici lo svolgimento della sola attività di amministratore, senza alcuna partecipazione diretta all'attività materiale ed esecutiva dell'azienda non è sufficiente a giustificare l'iscrizione all'IVS. Stessa considerazione è fatta per i soci della società di capitali.  Sarà l'INPS a dover dimostrare il tipo di partecipazione all'attività per giustificare l'eventuale obbligo della doppia iscrizione. Doppia iscrizione che resta in essere al rispetto dei requisiti previsti dall'art. 12, comma 11, D.L. n. 78/2010.