Il Franchising: aspetti operativi e contabili

Sommario

Il franchising è un sistema di collaborazione tra più imprese, nel quale una parte definita franchisor (affiliante) concede verso corrispettivo ad altri soggetti definiti franchisee (affiliati), la facoltà di entrare a far parte della propria struttura distributiva, con il diritto di sfruttare brevetti, marchi, nome, ditta, insegne, formule e conoscenze tecnico-scientifiche e/o commerciali. Il contratto di franchising è disciplinato dalla L. 06/05/2004 n. 129.

Aspetti generali

Come detto in premessa, il franchising è un contratto con il quale si formano strutture distributive basate sull’affiliazione.
Al vertice della catena di distribuzione commerciale, esiste il franchisor (l’azienda affiliante) che normalmente è un’azienda di grande notorietà (Benetton, Prada, Bulgari ne sono alcuni
esempi) che stipula degli accordi con imprese giuridicamente autonome, al fine di assicurarsi la presenza su una certa area geografica, evitando così l’istituzione di proprie sedi territoriali. Le imprese affiliate possono godere della notorietà del franchisor, il cui nome, di per sé, costituisce fattore di avviamento, rendendo così più semplice l’aumento del fatturato e del reddito.

L’uso del nome del franchisor, tuttavia, è a titolo oneroso e comporta il sostenimento di tre grandi classi di costo:
1) il diritto d’ingresso;
2) le royalties periodiche;

Aspetti giuridici

Il contratto di franchising, è un contratto atipico di derivazione anglosassone, disciplinato dalla Legge 06/05/2004 n. 129.

L’art. 1 fornisce la definizione del contratto di affiliazione commerciale (franchising) stabilendo che:

L’affiliazione commerciale (franchising) è il contratto, comunque denominato, fra due soggetti giuridici, economicamente e giuridicamente indipendenti, in base al quale una parte concede la disponibilità all’altra, verso corrispettivo, di un insieme di diritti di proprietà industriale o intellettuale relativi a marchi, denominazioni commerciali, insegne, modelli di utilità, disegni, diritti di autore, know-how, brevetti, assistenza o consulenza tecnica e commerciale, inserendo l’affiliato in un sistema costituito da una pluralità di affiliati distribuiti sul territorio, allo scopo di commercializzare determinati beni o servizi. Il contratto di affiliazione commerciale può essere utilizzato in ogni settore di attività economica.

Nel contratto di affiliazione commerciale esistono alcune key words che identificano in modo inequivocabile il contenuto del contratto, quali: …. CONTINUA… LEGGI LA VERSIONE INTEGRALE – 14 pagine – NEL PDF QUI SOTTO==>

***

vedi le altre lezioni del corso di contabilità==> QUI

 

Scarica il documento allegato
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it