Cassazione: accertamento al professionista con bassa redditività

di Angelo Facchini

Pubblicato il 18 maggio 2021

La Corte di Cassazione, con l’ordinanza n. 13085 del 14 maggio 2021, ha sancito la legittimità dell’accertamento analitico induttivo a carico del professionista che emette fatture generiche e con una redditività inferiore del 50% rispetto alla zona considerata. Il caso riguarda un professionista del settore sanitario che aveva emesso fatture la cui media era circa il 19 % in meno rispetto alle medie della zona, le indicazioni del documento erano generiche e lui non si era reso disponibile a fornire spiegazioni.