Bonus facciate: bonifico parlante, eccetto che per i titolari di reddito d’impresa

di Angelo Facchini

Pubblicato il 20 febbraio 2020

Il bonus facciate 2020 interessa sia i privati sia le imprese. Per poterne fruire è necessario effettuare il pagamento mediante bonifico parlante. L’Agenzia delle Entrate, nella circolare n. 2/E del 14 febbraio 2020, ha chiarito che il modo di pagamento utile per fruire dell’incentivo è il bonifico parlante, eccetto che per i titolari di redditi d’impresa. Pertanto, I contribuenti non titolari di reddito d’impresa saranno obbligati all’uso del bonifico parlante, bancario o postale; i contribuenti non titolari di reddito d’impresa non hanno vincoli precisi. Loro non sono tenuti ad utilizzare il bonifico parlante. L’imputazione delle spese sostenute al periodo d’imposta in corso avviene secondo le regole generali di competenza fiscale previste dall’articolo 109 del TUIR.