Sgravio contributivo totale per nuove cooperative Workers Buyout

di Antonella Madia

Pubblicato il 9 agosto 2022

Sgravio totale per 24 mesi previsto per le cooperative "Workers Buyout" che vengono costituite da parte di lavoratori che provengono da aziende i cui titolari ne hanno trasferito in cessione o in affitto le stesse: ora l’INPS fornisce indicazioni di dettaglio per l’esposizione dell’esonero in Uniemens.

Sgravio contributivo totale per le cooperative Workers Buyout

sgravio contributivo workers buyoutL'evoluzione del mondo del lavoro comporta anche l'adozione di modelli non sempre standard nel mercato del lavoro italiano. Questo è ad esempio il caso delle cooperative “workers buyout”, ossia quelle cooperative che vengono costituite da parte di lavoratori che provengono da aziende i cui titolari ne hanno trasferito in cessione o in affitto le stesse.

Su tale argomento è intervenuto di recente il Legislatore con un apposito sgravio contributivo totale, volto a favorire soluzioni di questo genere; vediamone meglio i tratti.

 

Le previsioni della Legge di Bilancio 2022

La Legge di Bilancio 2022, con l'articolo 1, comma 253, ha previsto per un periodo massimo di 24 mesi dalla data di costituzione della cooperativa, un esonero dal versamento del 100% dei complessivi contributi previdenziali a carico dei datori di lavoro (con esclusione dei premi e contributi dovuti all'INAIL), nel limite massimo di importo pari a 6.000,00 euro su base annua, per ogni lavoratore, riparametrati e applicati su base mensile; resta comunque ferma l’aliquota di computo delle prestazioni pensionistiche.

Tale sgravio contributivo però vale per le cooperative che si costruiscono a partire dal 1° gennaio 202