Reddito di cittadinanza 2021: il bonus addizionale per chi inizia una nuova attività

di Cinzia De Stefanis

Pubblicato il 4 dicembre 2021



Riconosciuto un bonus addizionale fino a 4.680 euro per i percettori di reddito di cittadinanza 2021 che decidono di avviare nuove attività di lavoro autonomo o d’impresa.

bonus addizionale reddito cittadinanzaRiconoscimento di un beneficio addizionale per i percettori del reddito di cittadinanza che avviano un’attività lavorativa autonoma o di impresa individuale o una società cooperativa entro i primi dodici mesi di fruizione dell’incentivo.

Il bonus riconosciuto, pari a sei mensilità del RdC (4.680 euro), verrà corrisposto in un’unica soluzione nei limiti di 780 euro mensili.

L’Inps fornisce le indicazioni per fruire del bonus addizionale per l’avvio di un’attività d’impresa o di lavoro autonomo.

Le attività lavorative per le quali si riconosce l'incentivo corrispondono a quelle previste per l'anticipazione Naspi, fra cui:

  • attività professionali esercitate da liberi professionisti;
  • attività di impresa individuale commerciale, artigiana o agricola;
  • costituzione di società unipersonale;

 la costituzione o l'ingresso in società di persone o di capitali.


Soggetti beneficiari del bonus addizionale

Il beneficio addizionale, a titolo di incentivo, è concesso ai soggetti che si trovino congiuntamente nelle seguenti condizioni:

  • risultino essere, al momento della presentazione della domanda di beneficio addizionale, componenti di un nucleo familiare beneficiario di Rdc in corso di erogazione;
     
  • abbiano avviato, entro i primi dodici mesi di fruizione del RdC, un'attività lavorativa autonoma o di impresa individuale o abbiano sottoscritto una quota di capitale sociale di una cooperativa nella quale il rapporto mutualistico abbia ad oggetto la prestazione di attività lavorativa da parte del socio;
     
  • non abbiano cessato, nei dodici mesi precedenti la richiesta del beneficio addizionale, un'attività lavorativa autonoma o di impresa individuale, o non abbiano sottoscritto, nello stesso periodo, una quota di capitale sociale di una cooperativa nella quale il rapporto mutualistico abbia ad oggetto la prestazione di attività lavorativa da parte del socio, ad eccezione della quota per la quale si chiede il beneficio addizionale;

non siano componenti di nuclei familiari beneficiari di Rdc che abbiano già usufruito del beneficio addizionale di cui al decreto del 12 febbraio 2021.

 

Incentivo per l’avvio attività di lavoro autonomo e d’impresa

Il beneficio verrà riconosciuto nei casi di avvio di lavoro autonomo o d’impresa, che di seguito andiamo ad indicare:

  • attività professionale esercitata da liberi professionisti, anche iscritti a casse professionali autonome, in quanto “attività di lavoro autonomo”;
     
  • attività di impresa individuale commerciale, artigiana o agricola;
     
  • sottoscrizione di una quota di capitale sociale di una cooperativa nella quale il rapporto mutualistico ha ad oggetto la prestazione di attività lavorative da parte del socio;

...

[L'articolo continua nel PDF scaricabile in fondo alla pagina]

 

Fonti:

Circolare Inps del 22 novembre 2021 n. 175

Messaggio Inps del 24 settembre 2021 n. 3212

Decreto del Ministero del lavoro e delle politiche sociali del 12 febbraio 2021

 

Abbiamo parlato di Reddito di Cittadinanza anche nei seguenti articoli:

Reddito di cittadinanza per soggetti che si mettono in proprio: al via la presentazione della domanda

Incentivi per assunzioni di soggetti beneficiari del reddito di cittadinanza

Agevolazioni per le imprese che assumono percettori di Reddito di Cittadinanza

 

A cura di Cinzia De Stefanis

Mercoledì 1 dicembre 2021

Scarica la versione integrale dell'articolo in PDF⬇
Scarica il documento