I registri IVA precompilati e la trasmissione dei corrispettivi tramite Pos

di Nicola Forte

Pubblicato il 1 luglio 2021

L'Agenzia Entrate sta per mettere a disposizione la prima bozza di Registri IVA e dei dati delle liquidazioni periodiche, primo passo per consentire la successiva dichiarazione Iva precompilata.
Nonostante i rallentamenti legati all'emergenza epidemiologica a breve sarà attiva la trasmissione telematica dei corrispettivi tramite Pos. Facciamo il punto della situazione...

A breve i registri IVA precompilati

registri iva precompilatiEntro breve l’Agenzia delle entrate dovrebbe mettere a disposizione la prima bozza dei Registri Iva e dei dati relativi alle liquidazioni periodiche.

Dovrebbe essere quindi compiuto il primo importante passo per mettere a disposizione dei contribuenti la dichiarazione Iva precompilata.  

Tale possibilità dovrebbe essere concretamente attuabile con decorrenza dal termine del periodo d’imposta 2022, in quanto il servizio si avvierà il 1° luglio 2021, quindi a metà del corrente anno.

Inoltre, dal 1° luglio avrebbe dovuto essere anche possibile effettuare la trasmissione telematica dei corrispettivi tramite strumenti di pagamento elettronici.

L’operazione dovrebbe essere congegnata in maniera tale da consentire la trasmissione telematica dei corrispettivi tramite sistemi evoluti