Legge di Bilancio 2021: proroga e rinnovo del contratto a termine al 31 marzo 2021

di Celeste Vivenzi

Pubblicato il 5 febbraio 2021

La Legge di bilancio 2021 ha prorogato al 31 marzo 2021 la scadenza della facoltà di proroga e di rinnovo senza causale dei contratti a termine.
Tuttavia, la possibilità riguarda soltanto i rapporti a termine che non hanno già fruito della stessa possibilità (proroga o rinnovo acausali) delle precedenti normative anti-Covid-19 (Decreto Rilancio e Decreto Agosto con proroga scadente al 31 dicembre 2020). Approfondiamo meglio...

Contratti a termine: i punti fondamentali della normativa da tenere in considerazione

contratto a termine 2021Come noto il contratto a tempo determinato, in via generale, può avere una durata superiore ai 12 mesi solo in presenza di particolari causali ovvero:

  • esigenze temporanee ed oggettive estranee all'ordinaria attività;
     
  • ragioni sostitutive;
     
  • esigenze connesse ad incrementi temporanei significativi e non programmabili dell'attività ordinaria (in caso di stipulazione di un contratto superiore ai 12 mesi in assenza di una delle causali giustificatrici, il contratto si trasforma in un rapporto a tempo indeterminato dalla data di superamento dei 12 mesi).

Nota: tale limite massimo può essere derogato nei seguenti casi:

  • stipula di un nuovo contratto a tempo determinato, della durata massima di 12 mesi presso la direzione territoriale del lavoro competente per territorio;
  • ricorso alla contrattazione collettiva, anche aziendale, che può prevedere in deroga un limite temporale più elevato.

 

In materia di proroghe e rinnovi il contratto a termine può essere rinnovato solo in presenz