Compenso amministratori abnorme, antieconomicità della gestione dell’azienda

di Giovambattista Palumbo

Pubblicato il 10 novembre 2020

E’ irragionevole ed abnorme il compenso attribuito ai soci-amministratori di importo superiore al reddito dichiarato dalla società: tale compenso evidenzia l'irragionevole gestione antieconomica dell’azienda.

La Cassazione sui compensi abnormi dei soci amministratori

compensi amministratori abnormiLa Corte di Cassazione, con l’Ordinanza n. 23427 del 26/10/2020, ha chiarito alcuni rilevanti aspetti in tema di prova della gestione antieconomica dell’azienda, prendendo come riferimento l’“abnormità” del compenso per gli amministratori, nella specie addirittura superiore al reddito dichiarato dalla stessa società.

Nel caso in esame, la Commissione Tributaria Regionale aveva accolto l'appello proposto dalla società contribuente (una Snc), nonché dai soci, avverso la pronuncia di primo grado, nell’ambito di un contenzioso su avvisi di accertamento analitico-induttivi, con determinazione di un maggior reddito in quanto il reddito dichiarato era inferiore alla media dei soggetti che operavano nello stesso settore economico e nel medesimo territorio.

Sullo stesso argomento puoi leggere ad esempio: "Il compenso agli amministratori: regole e modalità di erogazione"

 

Per quanto di interesse, gli appellanti