Sublocazione della stanza per l’attività professionale: bonus locazione ex decreto Rilancio è consentito

di Federico Gavioli

Pubblicato il 25 settembre 2020

È legittimo il beneficio del credito d’imposta per locazione della stanza dell’avvocato sublocatario: il riferimento è al bonus, previsto dal Decreto Rilancio, che riguarda i contratti di locazione.

sublocazione stanza attività professionaleL’Agenzia delle entrate, con la risposta n. 356, del 15 settembre 2020, con una interpretazione estensiva della norma contenuta nel decreto Rilancio di cui al decreto legge 19 maggio 2020, n. 34, convertito con modifiche in legge 17 luglio 2020, n. 77, ha chiarito che il credito d’imposta sui canoni di locazione degli immobili a uso non abitativo spetta anche in caso di sublocazione di una stanza compresa in un immobile, utilizzata per l’attività professionale di un avvocato e regolata dalla legge 392 del 1978.

 

Credito d'imposta per sublocazione di stanza per svolgimento di attività professionale: il caso di studio

Nel caso in esame un avvocato professionista rappresenta di condurre in sublocazione una stanza compresa in un immobile, adibita all'esercizio della propria attività e regolata, trattandosi di utilizzo del bene per finalità diversa da quella abitativa, dalla legge n. 392 del 1978.

Il contratto di sublocazione è stato registrato il 15 febbraio 2017.

L’avvocato evidenzia di aver subito nei mesi di aprile e maggio 2020, in conseguenza dell'emergenza da Covid-19, drastiche contrazioni dei redditi derivanti dalla propria attività professionale, che hanno comportato una riduzione in misura superiore al 50% rispetto ai corrispondenti mesi di aprile e maggio 2019.

Nell’istanza ai tecnici delle Entrate il contribuente chiede se possa accedere al credito d'imposta previsto dall'articolo 28, decreto legge n. 34 del 2020 (c.d. Decreto Rilancio).

 

Credito d’imposta per i canoni di locazione degli immobili a uso non abitativo

L’articolo 28 del decreto Rilancio, introduce un credito d’imposta per l'ammontare mensile del canone di locazione di immobili a uso non abitativo a favore di alcuni soggetti esercenti attività d’impresa, arte o professione.

Per le strutture alberghiere e agritur