Start up e PMI innovative: ravvedimento operoso per mancato deposito dell’attestazione requisiti

Il 31 luglio 2020 scadeva per start up e PMI innovative il termine per comunicare alle rispettive Camere di Commercio la richiesta di attestazione di mantenimento requisiti. Cosa succede in caso di mancato adempimento? Il Mise introduce l’istituto del ravvedimento operoso: quali sono le possibilità per chi ha perso la scadenza originaria?

Ravvedimento operoso mancato deposito attestazione requisiti: inquadramento

Ravvedimento operoso mancato deposito attestazione requisitiApertura del Ministero dello Sviluppo Economico all’applicazione del principio del ravvedimento operoso, per le start up e Pmi innovative che al 31 luglio 2020 non hanno depositato, presso le Camere di Commercio territoriali, la richiesta attestazione di mantenimento dei requisiti.

Questo è l’importante principio contenuto nella circolare Mise del 10 settembre 2020 prot 207599.

(Per approfondire…“Costituzione e modifica di start up innovative” di Devis Nucibella)

 

Sintesi

Quesito posto dal Mise all CCIAA

In particolare il quesito posto dalle Camere di Commercio al Ministero dello sviluppo economico riguarda il comportamento che le stesse debbano seguire in relazione a quanto rispettivamente prescritto dall’articolo 25, comma 16, del D.L. n. 179 del 2012, convertito dalla L. n. 221 del 2012 (per le Start-up) e dall’articolo 4, comma 7, del D.L. n. 3 del 2015, convertito dalla L. n. 33 del 2015 (per le PMI innovative).

Lo stesso Ministero ricorda che ha già avuto modo di evidenziare che la dilazione dei termini per l’approvazione dei bilanci d’esercizio, disposta dall’articolo 106 del D.L. n. 18 del 2020 (c.d. “Cura Italia”), convertito dalla L. n. 27 del 2020, dove si prevede che il termine per le convocazioni delle assemblee delle società tenute all’obbligo del bilancio sia fissato in 180 giorni dalla chiusura dell’esercizio sociale, indipendentemente dalla previsione statutaria della speciale disposizione di cui all’articolo 2364 c.c. abbia inciso direttamente anche sulla normativa di settore.

Infatti, in applicazione del disposto della norma emergenziale, le prescrizioni recate dai citati articoli 25, comma 15, del D.L. n. 179/2012 e 4, comma 6, del D.L. n. 3/2015, devono essere interpretate nel senso che tutte le startup e le PMI avevano possibilità di depositare, entro il 31 luglio 2020, la attestazione di mantenimento dei requisiti.

Il decorso di tale termine, stante la perentoria prescrizione dei commi 16 dell’articolo 25 del D.L. n. 179/2012, convertito dalla L. n. 221/2012 (per le start-up innovative) e 6 dell’articolo 4 del D.L. n. 3/2015, convertito dalla L. n. 33/2015 (per le PMI innovative), comporta la sanzione reale della cancellazione dalle rispettive sezioni speciali.

 

Tempi approvazione bilancio

Entro trenta giorni dall’approvazione del bilancio e comunque entro sei mesi dalla chiusura di ciascun esercizio (salva l’ipotesi del maggior termine nei limiti e alle condizioni previsti dal secondo comma dell’articolo 2364 del codice civile) e dopo l’aggiornamento o la conferma del profilo personalizzato sul portale startup.registroimprese.it, il rappresentante legale della startup/Pmi attesta il mantenimento dei requisiti e deposita tale dichiarazione nel registro delle imprese.

In applicazione della norma emergenziale del decreto “Cura Italia” (articolo 106), tutte le startup e le Pmi innovative avevano la possibilità di depositare l’attestazione di mantenimento dei requisiti prescritti dalla normativa entro il 31 luglio 2020.

[CONTINUA]

 

A cura di Cinzia De Stefanis

Giovedì 24 settembre 2020

 

Per proseguire nella lettura dell’articolo, apri il PDF qui sotto>>

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it