NASpI anticipata: non imponibile con la Legge di Bilancio 2020

di Antonella Madia

Pubblicato il 15 gennaio 2020



La Legge di Bilancio 2020 ha introdotto la non imponibilità per gli importi corrisposti a titolo di NASpI anticipata (cd. "incentivo all’autoimprenditorialità”), quando tali importi vengono utilizzati per sottoscrivere quote di una cooperativa. Ma il vantaggio va valutato caso per caso e soprattutto è necessario capire chi può accedervi e in che circostanza.

NASpI anticipata: non imponibile con la Legge di Bilancio 2020NASpI anticipata: agevolazione in Legge di Bilancio

 

La Legge 27 dicembre 2019, n. 160, ossia la Legge di Bilancio 2020, prevede alcune novità in materia di lavoro: tra queste, è sicuramente da segnalare quanto previsto dall’art. 1, comma 12, il quale permette ai beneficiari di NASpI di godere di una particolare agevolazione in caso di scelta della liquidazione anticipata dell’indennità.

In tale circostanza infatti si prevede che l’importo liquidato nei confronti del soggetto sia non imponibile ai fini IRPEF; ciò sempreché:

 

  • si rispettino i criteri generali in materia di erogazione di NASpI anticipata;
     
  • l’importo sia utilizzato per la sottoscrizione di capitale sociale di una cooperativa.

 

Art. 1, comma 12, Legge di Bilancio 2020

 

La Legge n. 160/2019, art. 1, comma 12, recita:

 

La liquidazione anticipata, in un’unica soluzione, della NASpI, di cui all’articolo 8, comma 1, del decreto legislativo 4 marzo 201