IVIE ed IVAFE: dal 2020 applicabili anche agli enti non commerciali

di Nicola Forte

Pubblicato il 18 dicembre 2019



La Legge di Bilancio 2020 prevede non solo “micro tasse,” la cui applicazione sembrerebbe per il momento rinviata, ma anche sostanziali incrementi dell’imposizione.
In questo articolo analizziamo come dal 2020 anche gli enti non commerciali dovranno versare IVIE ed IVAFE per i beni possduti all'estero

L’incremento del livello di imposizione può essere anche ottenuto con l’ampliamento dei soggetti passivi e questa soluzione è stata trovata dal legislatore per l’estensione dell’applicazione dell’IVIE e IVAFE agli enti non commerciali.

La novità dovrebbe vedere la luce dal 1° gennaio prossimo, quindi i primi effetti si manifesteranno entro il 30 giugno 2021, allorquando gli enti non commerciali saranno tenuti a versare i due tributi in coincidenza della scadenza del termine previsto per il versamento del saldo delle imposte sui redditi relative al periodo d’imposta 2020.

 

IVIE E IVAFE: la disciplina attuale

Secondo le disposizioni attualmente in vigore, l’IVIE e l’IVAFE sono tr